Pesaro, Patti Smith e Asaf Avidan
per i 150 anni dalla morte di Rossini

Pesaro, Patti Smith e Asaf Avidan per i 150 anni dalla morte di Rossini
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Novembre 2017, 18:44

PESARO – Patti Smith e Asaf Avidan, l’icona rock e la popstar israeliana sono i primi nomi che filtrano per le celebrazioni del 150° di Gioachino Rossini a Pesaro.
 
Filtrano i primi progetti del 150esimo di Rossini, dopo la riunione in Senato del comitato promotore per le celebrazioni composto dal presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, da Gianni Letta, dalla presidente della Rai Monica Maggioni, dalla senatrice Camilla Fabbri, dal presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e dal sindaco di Pesaro Matteo Ricci.
Partner privilegiati delle celebrazioni la Fondazione Rossini, il Conservatorio, il Rof e la sua Accademia rossiniana. Le date cardine intorno a cui ruoterà il progetto biennale saranno le ricorrenze della nascita e della morte del Cigno. Insieme all’anniversario dell’inaugurazione del teatro Rossini (di cui il 10 giugno ricorre il 200esimo, ndr): «Racconteremo Rossini con la musica e la lirica, ma anche con forme e linguaggi ‘popolari’. D’altra parte Rossini è ‘pop’», specifica Ricci, anticipando che «non mancheranno collaborazioni con star internazionali. Tra gli altri, nel 2018 coinvolgeremo Patti Smith e Asaf Avidan». Il sindaco cita anche «la partnership con la Rai, che ci consente di moltiplicare la comunicazione nel campo radiotelevisivo. La narrazione utilizzerà l’opera e i diversi generi musicali, ma anche il cibo e una rappresentazione cinematografica con la Rai, che ha affidato a Martone e Palomar la realizzazione di un film sul Maestro. Coinvolgeremo tutte le città legate a Rossini: Pesaro, Napoli, Firenze, Milano, Bologna e Parigi. Ma anche altri capitali mondiali». Precisa il vicesindaco Daniele Vimini: «Grazie al lavoro con il ministero degli Affari Esteri toccheremo città degli Stati Uniti, della Cina e del Giappone. Ci sarà anche un sito internet con una connotazione musicale, dedicato alle celebrazioni, che segnalerà le varie iniziative nel mondo».                             
 Rossini nei grandi teatri: l'organizzazione è già in contatto con San Carlo di Napoli e Opera di Roma. E intende proseguire con La Fenice di Venezia, Comunale di Bologna e Teatro alla Scala di Milano, per un percorso di promozione comune sugli allestimenti delle opere del Cigno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA