Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Torna e raddoppia il Palio dei Bracieri: si unirà al Festival della Pizza Rossini. Ricci: «Combo della pesaresità»

Torna e raddoppia il Palio dei Bracieri: si unirà al Festival della Pizza Rossini. Ricci: «Combo della pesaresità»
Torna e raddoppia il Palio dei Bracieri: si unirà al Festival della Pizza Rossini. Ricci: «Combo della pesaresità»
di Thomas Delbianco
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Luglio 2022, 03:55 - Ultimo aggiornamento: 13:49

PESARO Il Palio dei Bracieri va in doppia cifra e quest’anno si unisce a “La Rossini, Festival della Pizza Pesarese”, giunto alla terza edizione, per chiudere il mese di luglio, dal 28 al 31, con una doppietta di eventi. 

Non nasconde il sindaco Matteo Ricci che la pandemia ha rischiato di mettere una pietra tombale sopra la manifestazione della corsa con i bracieri tra le contrade cittadine. Sospesa per due anni, 2020 e 2021, negli anni del Covid, «è una manifestazione che così come l’OktoberFest, si fonda sull’aggregazione tra persone, non si poteva fare». Ora c’è il ritorno, con la decima edizione, ma almeno per quest’anno, in una versione “light”.  Il giorno del Palio sarà domenica 31 luglio. La location non cambia, il fossato di Rocca Costanza, che verrà esteso nell’area dei giardini di piazzale Matteotti, nella combo creata con il Festival della Rossini. Meno contrade in gara, 12, «quattro non sono riuscite a partecipare per motivi legati all’organizzazione interna», dice il coordinatore eventi del Comune Massimiliano Santini. A contendersi il “ciocco” saranno Santa Maria dell’Arzilla, Villa Ceccolini, Villa San Martino, Pantano, Case Bruciate, Muraglia, Tombaccia, Villa Fastiggi, Santa Veneranda, Montegranaro, Centro Mare, Soria. L’ingresso nel fossato è previsto alle 15.

Il programma

Le contrade entreranno una alla volta, si sistemeranno negli spazi a loro riservati, e nel giro massimo di un’ora inizieranno le batteria. I colori dei vari quartieri, il tifo, gli ingredienti classici del Palio non mancheranno di certo, ma non ci sarà nessuna coreografia.  Sarà una competizione “asciugata” rispetto alle passate edizioni pre-covid, tanto che il Palio non proseguirà nelle ore serali e si concluderà alle 20, forse anche prima, come ipotizza lo stesso Santini. Quante persone entreranno nell’area intorno alla Rocca? Nel 2019 si arrivò a 1800, ma quest’anno la capienza, contando anche su un numero di contrade inferiore, non dovrebbe superare 1500 persone. Il titolo è in mano a Santa Maria dell’Arzilla, vincitrice nel 2019 (tre titoli in totale). L’anno precedente lo conquistò, invece, Tombaccia, che detiene il numero massimo di manifestazioni vinte, quattro. Le prime due edizioni erano state vinte da Pantano. Dice Santini: «Il Palio dei Bracieri vive ogni anno grazie al sostegno di importanti realtà «come Riviera Banca, Coop, Prochima e grazie alla solida e storica collaborazione con Avis Comunale Pesaro».

La combo con il piatto tipico

Aggiunge il sindaco: «Ho sempre definito il Palio dei Bracieri uno spettacolo, la combo con La Rossini sono sicuro sarà uno spettacolo al quadrato. Prestiamo sempre massima attenzione, perché il Covid non è ancora stato sconfitto». Palio dei Bracieri e La Rossini, «sicuramente un abbinamento interessante perché entrambe manifestazioni consolidate», ha commentato il vice sindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini, il quale ha aggiunto che si valuterà se mantenere l’abbinamento anche nei prossimi anni o tornare a due date differenti. La quattro giorni del palio sarà ricca di attività, sarà realizzata una rinnovata zona ludica con i tornei tra le contrade di “Tiro alla Fune”, l’attesissimo “Biliardino dei quartieri” e il nuovo gioco “Accendi il braciere”. Non ci saranno gli stand gastronomici delle contrade, ma ne verrà realizzato uno unico, chiamato “Le Cucine del Palio”. Saranno serviti piatti della tradizione pesarese: primi, secondi e un’ampia lista di panini gourmet. Il tutto rinnovando la collaborazione con l’azienda Peroni che porterà per la prima volta la birra cruda al Palio dei Bracieri. Non mancherà la musica: ogni sera dalle 20 a mezzanotte si esibiranno band e dj della città, una selezione curata e coordinata dallo Staff “Cherie” di Pesaro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA