Obeso da ricoverare: scatta la mobilitazione. Complesso intervento di vigili del fuoco, operatori del 118 e polizia

Venerdì 20 Novembre 2020

PESARO  - Non è stata un’operazione di soccorso tra le più semplici quella che ieri, nel primo pomeriggio, ha visto impegnati in forze una squadra dei vigili del fuoco, il personale sanitario del 118 e una pattuglia della polizia

LEGGI ANCHE:

Infiltrazioni mafiose nell'azienda che faceva affari d'oro con la sanificazione: sequestrata dalla Finanza

 

 
Le forze del soccorso erano state chiamate subito dopo pranzo per il trasferimento di un malato in casa per cui si era reso necessario il ricovero all’ospedale Marche Nord, ma il problema di fondo stava proprio nelle modalità di trasferimento dell’uomo che soffre di obesità e il cui peso si avvicina ai 200 chili, quindi una condizione fisica per cui il malato stesso ha difficoltà di spostamenti e di deambulazione. Il tutto complicato dal fatto che si trattava di un intervento da porre in essere al quarto piano di una palazzina. In altre circostanze - simili operazioni per quanto rare sono già accadute in passato - si era reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco per un trasporto dei malati fino al piano terra passando dall’esterno delle abitazioni, attraverso terrazzi e comunque impiegando le attrezzature specifiche dei pompieri, ma ieri ciò non è stato possibile. 

Per questo alla fine si è optato per collocare l’uomo nell’ascensore attraverso una seduta speciale a disposizione del 118 che ha consentito il trasferimento della persona dal letto di casa al vano dell’ascensore e fino al piano terra dove poi l’uomo è stato trasportato sull’ambulanza a Marche Nord per il ricovero. Sul posto come supporto anche una pattuglia. La complessa e delicata operazione di soccorso si è svolta nel primo pomeriggio in una palazzina della zona mare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA