Nuova cittadella scolastica a Pantano: apre il cantiere della palestra Olivieri

Venerdì 22 Ottobre 2021 di Thomas Delbianco
Nuova cittadella scolastica a Pantano, apre il cantiere della palestra Olivieri

PESARO  - Passi in avanti per la “cittadella scolastica” di Pantano. Dopo la costruzione della nuova scuola Brancati, si procede verso l’apertura del cantiere per la palestra Olivieri. «Stiamo per chiudere la fase dell’appalto - riferisce l’assessore ai Lavori Pubblici Enzo Belloni - si è presentata una sola ditta, è in corso la verifica dei documenti depositati, per poi procedere con l’aggiudicazione definitiva. Conclusa questa fase, potremo avviare i lavori, i tempi saranno brevi». 

 
La costruzione della palestra di via Lamarmora è un intervento da 3,2 milioni di euro, con un contributo di quasi 2,6 milioni di euro arrivato da fondi ministeriali attraverso un bando regionale, e il resto con un mutuo acceso tramite il Credito Sportivo. Il progetto della palestra prevede anche la realizzazione di un parcheggio a raso. L’utenza complessiva dell’impianto sportivo di Pantano sarà di quasi 600 persone, utilizzata dagli studenti delle scuole Brancati e Manzi. 


L’altro quartiere per il quale sono in programma rivisitazioni in chiave scolastica è quello di Soria. La nuova scuola media Dante Alighieri, in via Gattoni, è l’operazione di edilizia scolastica di maggior portata degli ultimi anni. Un investimento di 6,5 milioni di euro, di cui i due terzi coperti da un finanziamento regionale. L’attuale struttura verrà demolita e ricostruita nella parte relativa alla classe e altri spazi, eccetto per palestra e auditorium, già sottoposti a lavori di ristrutturazione. E questo comporterà inevitabilmente, come già previsto, lo spostamento temporaneo, per la durata del cantiere, degli studenti dell’Alighieri in un’altra sede. La location individuata è quella della ex Pesaro Studi. Nelle ultime settimane la proprietà del complesso, Inps, ha provato per l’ennesima volta ad alienare quei locali, insieme agli spazi dell’ex colonia, ma l’asta è andata deserta. Questo apre le porte al trasloco, per il quale però il Comune deve trovare un accordo anche con la dirigenza scolastica, per recare meno disagi possibili agli studenti. Difficile che il trasferimento possa avvenire durante le vacanze di Natale, più accreditato un eventuale trasloco nelle vacanze di Pasqua, oppure si attenderà la fine dell’anno scolastico, per iniziare i lavori la prossima estate. 


La nuova struttura di Soria si svilupperà su due livelli: il piano terra sul lato di via Gattoni, il secondo piano collocato nella parte di via Fedeli. Nel nuovo edificio troveranno spazio 21 aule per le lezioni degli studenti, 2 aule di musica, 2 biblioteche, un’aula di sostegno e due per i professori, gli spogliatoi della palestra e un locale per l’infermeria al secondo piano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA