Pesaro, non può più entrare al centro
accoglienza: aggredisce l'operatore

Non può più entrare
al centro accoglienza:
aggredisce l'operatore
di Luigi Benelli
PESARO - Aggressione a Casa Freedom, il centro di accoglienza dei migranti, allestito a Fosso Sejore. Ad avere la peggio uno degli addetti della Labirinto, la cooperativa di servici che gestisce lo Sprar, finito all’ospedale che è stato colpito con un oggetto contundente da un immigrato che in base alla legge non rientrava più nei parametri dell’accoglienza.

Sferra calci, pugni e morsi al poliziotto che lo insegue: arrestato

Momenti di grande tensione e preoccupazione nella notte tra martedì e mercoledì quando un giovane originario del Gambia, sulla ventina, si è presentato alla struttura chiedendo ospitalità. Secondo i primi rilievi delle forze dell’ordine, il ragazzo era già stato ospite di Casa Freedom e aveva terminato il suo percorso di accoglienza.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 22 Agosto 2019, 06:50 - Ultimo aggiornamento: 06:50