Il Marche Pride ha scelto Pesaro: da domani i primi eventi, corteo il 18 giugno

Il Marche Pride ha scelto Pesaro: da domani i primi eventi, corteo il 18 giugno
Il Marche Pride ha scelto Pesaro: da domani i primi eventi, corteo il 18 giugno
di Elisabetta Marsigli
3 Minuti di Lettura
Martedì 10 Maggio 2022, 04:40

PESARO - Sarà Pesaro ad accogliere il Marche Pride 2022, il cui corteo finale (l’ultimo è stato nel 2019 ad Ancona) si terrà il 18 giugno, ma che ha in programma una serie di eventi per sensibilizzare e promuovere le istanze civili della comunità Lgbtqi+*. L’iniziativa, promossa dal comitato Marche Pride 2022 (composto da Arcigay Agorà Pesaro-Urbino; Gap Urbino; Agedo Marche; Arcigay Comunitas Ancona; Uaar Ancona e Teekanne) è patrocinata dal Comune di Pesaro, come hanno annunciato il vicesindaco Daniele Vimini e l’assessora alla Crescita e Gentilezza Camilla Murgia.

Una volontà che l’Amministrazione aveva già sottolineato con l’adesione alla rete Re.a.dy. (Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere) del 2020. Il titolo/tema è “A corpo libero”, all’insegna della libertà ed autodeterminazione di corpi e menti attraverso l’arte come veicolo e come presa di coscienza di sé nel mondo e la conseguente lotta per i diritti umani. 

L’uguaglianza

«Accogliere il Pride - spiegano Vimini e Murgia – è fondamentale per trasmettere e promuovere i valori di uguaglianza. L’evento rientra tra quelle iniziative capaci di creare un clima sociale di rispetto e confronto libero da pregiudizi e da stereotipi fondati sull’identità di genere e orientamento sessuale».   Sono previste conferenze, laboratori, proiezioni di film e il primo degli eventi in programma si è svolto il 19 aprile scorso, con la presentazione del gruppo pesarese della ReteDonneTransfemminista di Arcigay, che ha visto come ospite la giornalista e critica televisiva Marina Pierri, mentre il prossimo evento, dal titolo “La libertà di essere e l’arte per dirlo” è previsto domani, 11 maggio, presso la sala del consiglio comunale alle ore 18, con le testimonianze di persone sul loro percorso per essere sé stesse e la proiezione del cortometraggio “XY” che introduce proprio questo cammino. Mai come quest’anno è fondamentale ribadire il tema del “corpo libero”, come spiega Giacomo Galeotti, presidente di Arcigay Pesaro e segretario del Marche Pride: «Il 2022 è l’anno dei diritti mancati e mancanti. In sostanza l’anno dei diritti negati. Ci siamo resi conto che c’è un attacco sempre più feroce ai diritti civili e umani in giro per il mondo, anche nei paesi occidentali, quelli che si pensano e dichiarano progressisti. Stiamo tornando indietro, a quel solito discorso di maschilismo e patriarcato non ancora sconfitto: le persone non possono fare ciò che vogliono del proprio corpo e per loro devono decidere politici e legislatori. Noi crediamo nella libertà e nell’autodeterminazione». Il 4 e 5 giugno è prevista una due giorni di incontri e conferenze con relatori di rilevanza nazionale e internazionale: tra loro anche Angelica Polmonari, giurista e attivista, candidata alla presidenza mondiale di Ilga l’associazione internazionale che riunisce più di 400 gruppi omosessuali e lesbici di tutto il mondo. Alla vigilia del corteo, il 17 giugno (Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia) saranno diverse le iniziative distribuite sul territorio provinciale, tra Pesaro, Fano e Fermignano. Sempre domani inoltre alle 20.30 si tiene anche l’ultimo dei Seminari Arcobaleno previsti dal Pd con l’avvocato e attivista Giuseppe Briganti alle 20.45 nella sede di via Salvatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA