Pesaro, maltrattamenti e stalking:
doppio processo per l'ex violento

Maltrattamenti e stalking:
doppio processo in due
giorni per l'ex violento
PESARO - La storia di un rapporto burrascoso che finisce per due volte in tribunale. Due casi distinti, la stessa coppia. Il primo fascicolo riguarda le accuse per maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale ed è stato discusso ieri. Oggi udienza per l’accusa di atti persecutori.

Ostaggio del compagno per sette anni e minacciata di morte con una pistola

Una storia balzata alle cronache perché lo scorso autunno la donna, di origini egiziane, era scesa dal treno alla stazione di Pesaro ed era stata aggredita dal marito. Lei tuttora vive in una residenza protetta e “segreta” che l’uomo non può conoscere anche perchè gli è stato imposto il divieto di avvicinarsi proprio per i suoi trascorsi e le ripetute denunce per maltrattamenti in famiglia. Lui, secondo quanto era emerso dalle forze dell’ordine, era riuscito a sapere che lei sarebbe arrivata in stazione a Pesaro. E così l’ha aspettata e aggredita. Una lite violenta tanto che lei aveva avuto una prognosi di 7 giorni. L’uomo fu arrestato anche in base alle querele presentate da lei in precedenza. Ieri l’udienza con rito abbreviato per il primo caso, quello di maltrattamenti e violenza sessuale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 11 Settembre 2019, 09:21 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2019 09:21

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO