Addio Ragaglia, anima del commercio: «Roberto uomo libero, vero e sincero»

Domenica 19 Dicembre 2021 di Thomas Delbianco
Addio Ragaglia, anima del commercio: «Roberto uomo libero, vero e sincero»

PESARO - «Roberto, uomo libero che amava il bello e il vero. Leale, buono e mai finto. Ci mancherà, resteremo fedeli ai valori che ci ha trasmesso». Si è spento ieri all’età di 76 anni Roberto Ragaglia, storico commerciante pesarese e fino a pochi anni fa presidente comunale della Confcommercio

 

Il ricordo dello staff

Sempre presente e attivo nel suo negozio di abbigliamento Linea Uomo, lungo Corso XI Settembre. Lascia la moglie Rosanna, i figli Riccardo e Roberta e gli amati nipoti. Ragaglia era molto conosciuto in città. Nel giorno della scomparsa, per un male incurabile, lo hanno ricordato con affetto e stima tanti amici, clienti, colleghi. «Roberto è stato uomo libero, che amava il bello e il vero - è il messaggio dello staff di Linea Uomo - Nel suo mestiere ha sempre trasmesso questi valori. Amico con cui si dialogava sinceramente, senza risparmiare il confronto, anche aspro, ma sempre teso a una positiva costruzione. Questo invita tutti noi a campare da uomini. Saremo così fedeli a quanto da lui trasmesso». Un caloroso ricordo di Ragagllia, è arrivato dal segretario comunale della Confcommercio Davide Ippaso: «Te ne sei andato in punta di piedi, con la discrezione e la signorilità che ti ha sempre contraddistinto. Oggi io ho perso un fratello, un amico, un padre, non saprei come definirti perchè per me eri tutto a 360 gradi. Sei stato il mio rifugio per anni, il mio confessore, la mia guida, quel tesoro nascosto che ognuno nella vita dovrebbe avere per non sentirsi solo. Quante cose abbiamo fatto e quante abbiamo evitato di fare, quante chiacchierate, quante battaglie combattute fianco a fianco, quante risate, quanti bei momenti belli trascorsi insieme - continua Ippaso - Oggi non ci sei più per un maledetto male, ma solo fisicamente, perchè sarai sempre vicino a me come sento mio padre perchè tu sei e resterai sempre il mio secondo papà».

Ippaso: «Un secondo papà»

Ricorda ancora il segretario Confcommercio: «A volte sembravi burbero, distaccato, scontroso, ma non era così. Non avevi voglia di essere finto. Eri un signore di altri tempi, leale, buono, dolce, determinato, amorevole con tutta la tua famiglia, che era la tua vita». Domani alle 18 si terrà il rosario in Duomo. Il funerale si terrà, sempre in Cattedrale, martedì alle 10,30. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA