Pesaro, scoperto a rubare minaccia tutti: «Gli amici africani vi picchieranno»

Pesaro, scoperto a rubare minaccia tutti: «Gli amici africani vi picchieranno»
di Luigi Benelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Dicembre 2022, 02:00

PESARO - Esce dallo store “Globo” con articoli di abbigliamento e pelletteria rubati e scoperto minaccia la vigilanza che lo vuole fermare. Arrestato. Il fatto è successo mercoledì sera nel centro commerciale di abbigliamento e accessori della Torraccia.

Qui un marocchino di 32 anni è entrato con un intento preciso: ovvero rubare senza pagare. Peccato per lui che gli agenti della sicurezza abbiano invece notato il suo fare circospetto e ne hanno seguito i movimenti all’interno dei vari reparti. Così una volta arrivato all’uscita senza spesa per andarsene l’uomo è stato fermato dalle guardie giurate che nel frattempo avevano chiamato anche i carabinieri. Il 32enne, messo alle strette, è stato costretto a mostrare il portafoglio che era stato appena sottratto dal reparto pelletteria. Poi ha provato a guadagnarsi una via d’uscita indolore: «Scusate, ho sbagliato, ve lo restituisco e la chiudiamo qui» o qualcosa di simile. Ma gli uomini della vigilanza lo avevano visto che aveva armeggiato anche in un altro reparto così gli hanno chiesto di togliersi il giubbotto. Il 32enne ha iniziato a dare in escandescenze e insultare gli agenti, ma appena ha slacciato la cerniera lampo, sotto il suo giubbotto ce n’era un altro appena rubato al Globo con la placca anti taccheggio distrutta e azzerata. Lui ha continuato a inveire contro gli agenti della sicurezza: «Vi farò uccidere». E ancora: «Pagherò dei miei amici africani per riempirvi di botte. Mi ricorderò della vostra faccia». Motivi per cui una volta giunti sul posto i carabinieri lo hanno arrestato per rapina impropria. Ma non è tutto. Dentro il suo giubbotto aveva anche circa 5 grammi di hashish divisi in dosi, pronte per la vendita. Cosa che ha portato alla denuncia per spaccio di sostanze stupefacenti. La merce del valore di oltre un centinaio di euro è stata restituita al negozio. L’uomo è stato portato nella cella di sicurezza di Urbino, in attesa dell’udienza di convalida prevista per oggi. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA