Pesaro, ha in tasca due orologi di lusso fasulli e migliaia di euro: denunciato pizzaiolo

Pesaro, ha in tasca due orologi di lusso fasulli e migliaia di euro: denunciato pizzaiolo
Pesaro, ha in tasca due orologi di lusso fasulli e migliaia di euro: denunciato pizzaiolo
di Gianluca Murgia
3 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Giugno 2020, 15:03

PESARO - Nella vita fa il pizzaiolo ma in tasca, quando è stato fermato, aveva due orologi di lusso taroccati, un kit di arnesi di precisione e 5mila euro in contanti. A finire nei guai un 42enne originario di Napoli ma da tempo domiciliato a Pesaro.

LEGGI ANCHE: 
Coronavirus sotto controllo nelle Marche: un solo nuovo positivo nelle ultime 24 ore/ I test effettuati in tutta Italia in tempo reale

Maxi operazione contro una cosca della 'Ndrangheta: arresti anche a Macerata


È stato fermato nel pomeriggio di martedì, a Riccione, dai Carabinieri del dipendente N.O.R. – Sezione Radiomobile. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà, per ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi o mendaci.
 
Coniugato, pregiudicato e ufficialmente pizzaiolo. Nel corso di un mirato servizio di controllo del territorio operato in viale Milano, la parallela al lungomare della Repubblica di Riccione, i militari - attirati dall’atteggiamento sospetto dell’uomo - hanno proceduto al suo controllo e, dopo averlo sottoposto a perquisizione personale, hanno rinvenuto un tesoretto del tarocco: un orologio marca Rolex assemblato con cassa autentica e meccanismo falso e un altro orologio ma di marca Patek Philippe modello “Geneve” contraffatto con tanto di apposita confezione.

Arnesi da professionista
Oltre ai due modelli è saltato fuori un apricasse professionale in acciaio, una pallina apri fondello, vari strumenti di precisione da orologiaio professionista e un contante voluminoso di 5mila euro. Materiale e denaro sono stati sottoposti a sequestro. Per l’uomo è scattata così la denuncia alla Procura della Repubblica di Rimini per per ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi o mendaci.
Modelli da migliaia di euro
Secondo quanto ricostruito dai militari romagnoli l’uomo stava lavorando a un affare. I due modelli, originali, hanno un valore che si aggira tra i 5mila e 10mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA