Pesaro, dietro il furto dell'auto
si nascondeva un ricatto sessuale

Dietro il furto dell'auto
​si nascondeva
un ricatto sessuale
PESARO - Una tentata estorsione per presunte prestazioni sessuali extra rispetto al prezzo pattuito. Ieri mattina in tribunale a Pesaro l’udienza per il senegalese di 28 anni arrestato domenica dai carabinieri per aver rubato l’auto di un 57enne e chiesto 1600 euro di riscatto per riconsegnarla al proprietario. Ma dagli atti delle indagini emergono altri particolari. Ovvero che tra i due ci sarebbe stato un accordo per prestazioni sessuali, ma il senegalese avrebbe preteso più soldi e così per farsi dare il denaro avrebbe “sequestrato” l’auto del signore.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Luglio 2019, 05:45 - Ultimo aggiornamento: 11:02