La zona del Cristo Re assediata dai ladri di appartamenti, coppia di malviventi messa in fuga dall'arrivo di un vicino

Domenica 29 Agosto 2021
I carabinieri

PESARO - Ancora furti segnalati in città: c’è chi in incrocia i ladri e chi li insegue. Nel primo caso è successo a un residente che abita nella zona del Cristo Re, al mare. Stava rientrando a casa, ieri all’ora di pranzo, quando ha notato due tipi sospetti allontanarsi in tutta velocità da un’abitazione in via Zanella.

 

I due, stando ai primi accertamenti, avrebbero tentato di forzare l’ingresso, poi non riuscendoci hanno desistito e si sono allontanati in tutta fretta, a passo veloce per non destare nell’occhio e farsi notare troppo. Ma sono stati visti e segnalati. Stando alle prime descrizioni si tratterebbe di due giovani, vestiti sportivamente, con jeans e t-shirt bianca uno, maglietta blu l’altro. Uno dei due aveva i capelli corti, praticamente rasati, l’altro, per contrappasso, una capigliatura molto più fluente e folta. Li hanno visti dileguarsi verso viale della Vittoria e la statale 16, tanto basta perchè i residenti della zona si siano messi in allerta.

Tra l’altro nelle ultime settimane ai portoni d’ingresso di alcuni stabili della zona di Cristo Re è stato anche apposto un cartello in cui si pregano i condomini di chiudere sempre bene il portone principale proprio in seguito alle segnalazioni di alcuni tentativi di furto nella zona. Alcuni condomini hanno anche notato delle strane chiamate mute ai telefoni fissi quasi fossero accorgimenti per verificare se la gente sia più o meno in casa.

Un altro furto, per fortuna di modesto valore, è invece successo ai danni del locale Rossini Bistrot, in via Passeri, nel cuore del centro storico. Il ladro ha arraffato il denaro contenuto nel registratore di cassa, dovendosi però accontentare di una somma di 25/30 euro. Il titolare si è accorto subito dell’ammanco e ha anche inseguito il ladro a piedi per cercare di acciuffarlo ma quest’ultimo è riuscito a scappare. Il ladro è un giovane di circa 25/30 anni di nazionalità non specificata. Indagano i carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA