Corsa al salvacondotto per il divertimento di Ferragosto: tutti in fila per i tamponi gratuiti. E saltano fuori i positivi

Sabato 14 Agosto 2021 di Thomas Delbianco
Corsa al salvacondotto per il divertimento di Ferragosto: tutti in fila per i tamponi gratuiti. E salta fuori un positivo

PESARO - Ripartenza dei tamponi gratuiti, circa 250 test e un positivo. Ma oggi è atteso un afflusso “boom” per avere il pass di Ferragosto. Ieri, intorno a mezzogiorno, nelle postazioni allestite all’ingresso del Liceo Marconi, c’era un gruppetto di persone che attendeva l’esito del tampone, e una ragazza che stava compilando i moduli, prima di recarsi al tavolo sanitario allestito per effettuare il test rapido.

 

Qualcuno continuava ad arrivare sotto i portici del campus per lo screening, ma ormai la maggior parte del lavoro era fatto. I volontari di Ail e protezione Civile a meno di un’ora dalla chiusura delle operazioni, sono già stati in grado di tracciare un bilancio della mattinata con l’iniziativa dei tamponi rapidi gratuiti voluta dal Comune.

I conti

«Finora sono stati effettuati 250 test - spiegano dall’Ail - è emerso un caso di positività, che ora dovrà confermare l’esito con il molecolare. L’andamento è stato in linea con quello della prima giornata di screening (9 agosto, ndr) quando i test sono stati circa 300. Ci attendiamo un afflusso in netto aumento domani (oggi, ndr) considerando che il tampone negativo sarà valido anche per il pranzo e il pomeriggio di Ferragosto». Secondo le stime dello staff, questa mattina potrebbe presentarsi al campus tra le 600 e 700 persone, giovani sicuramente, così come era avvenuto a inizio settimana per partecipare alla Notte delle Candele, ma non solo. Il tampone effettuato ieri potrà garantire la certificazione verde nella serata odierna della vigilia di ferragosto, e nella mattinata di domani. Ma poi, già al momento del pranzo di Ferragosto e lo stesso vale di conseguenza per iniziative o presenza in altri luoghi al pomeriggio nei quali è richiesto il green pass, la sua validità sarà già scaduta. Ed è per questo che i tamponi odierni diventano fondamentali per chi vuole ottenere una certificazione temporanea per andare al ristorante a Ferragosto, pranzo o cena che sia, laddove richiesto negli spazi al chiuso o situazioni con piscine e altri intrattenimenti ed eventi. In base agli ultimi chiarimenti del Viminale, i gestori dei locali pubblici sono obbligati a chiedere il green pass ai clienti, ma non il documento di identità. Possono però farlo in caso di palese violazione. L’effetto del tampone odierno svanirà non prima del mattino del 16 agosto, a seconda dell’orario in cui verrà rilasciato questa mattina il foglio con l’eventuale esito negativo (l’orario di screening resta sempre lo stesso, dalle 9 alle 13). Tutto questo, chiaramente, per chi non ha già la certificazione verde ottenuta attraverso la vaccinazione (dopo la prima dose dei vaccini che ne richiedono due, la certificazione è valida a partire dal 15esimo giorno fino alla dose di richiamo), oppure con un certificato di guarigione dal Covid, della durata di sei mesi. 

I calcoli

In attesa dell’ultima giornata, finora sono stati effettuati quasi 1300 tamponi, con 4 persone risultate positive al test rapido (in attesa del molecolare). I tamponi si possono effettuare anche in farmacia al prezzo calmierato di 15 euro. I ragazzi tra i 12 e i 18 anni possono rivolgersi alle farmacie aderenti al protocollo per avere un tampone rapido a 8 euro. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA