#IoApro, Vittorio Sgarbi lancia la volata di Carriera: «È lui il candidato sindaco»

#IoApro, Vittorio Sgarbi lancia la volata di Carriera: «È lui il candidato sindaco»
#IoApro, Vittorio Sgarbi lancia la volata di Carriera: «È lui il candidato sindaco»
3 Minuti di Lettura
Sabato 12 Febbraio 2022, 10:08

PESARO - E’ arrivato nel centro storico di Pesaro poco dopo le 21,30 Vittorio Sgarbi. Insieme a lui, il leader di Io Apro Umberto Carriera e altri esponenti del movimento. Davanti al ristorante La Macelleria, l’onorevole e il ristoratore hanno parlato della nascita del nuovo partito “Io Apro al Rinascimento”, con il quale intendono presentarsi alle prossime elezioni politiche del 2023, senza entrare troppo nel dettaglio, ma anticipando che il prossimo 25 febbraio si terrà un’assemblea a Roma.

Green pass falsificati, arresti domiciliari a un medico di base. Vaccini sprecati per rilasciare certificati verdi taroccati

Aria di baldanza

Ieri sera c’era piuttosto un’aria di baldanza in quanto l’incontro è stato programmato, il giorno dopo il round vinto da Carriera per il suo ricorso: niente ingiunzione e niente chiusura del locale per 20 giorni. Il giudice del tribunale di Pesaro ha annullato l’ordinanza del 15 gennaio 2021 quando il ristoratore lasciò aperto il ristorante La grande Bellezza di Mombaroccio e accolto i clienti. Anche quella volta, guarda caso, c’era Vittorio Sgarbi. Erano i giorni di chiusura dei locali, ma Carriera andò contro le regole del Dpcm di dicembre. E adesso quell’ordinanza annullata vogliono farla diventare una sorta di apripista per altri locali sanzionati in quanto avevano contravvenuto alle regole del Dpcm. Sgarbi, dal suo, non ha mancato di dar fuoco alle polveri. «Avevamo ragione noi - esordisce il parlamentare - Era illegittimo chiudere, ha fatto bene Carriera, futuro sindaco di Pesaro a dire io tengo aperto, perchè era una cosa civile. Matteo Ricci dovrebbe scusarsi, perchè era sicuro di essere da parte della ragione nel sostenere le chiusure e il coprifuoco. Non so se avremo la forza di esprimere un premier, ma prenderemo molti voti. Carriera è stato coraggioso, è diventato un simbolo, Io apro non vuol dire solo aprire i ristoranti, apro alla volontà di risolvere i problemi. Il partito è una nebulosa che si sta organizzando, il 25 febbraio faremo un’assemblea a Roma, a metà marzo l’incontro con gli altri leader». Anche Carriera ha commentato la sentenza: «Il tempo è galantuomo, il tribunale ci ha dato ragione - ha detto il ristoratore pesarese - ci riprendiamo tutto con gli interessi. Vogliamo riportare la gente e i giovani al volo, alle ultime amministrative il 52% degli italiani non ha votato. Le persone sapranno scegliere chi ha combattuto e resistito negli ultimi due anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA