Corsa contro il tempo per ritrovare un uomo che tentava di farla finita: salvato un 53enne

Martedì 24 Novembre 2020 di Luigi Benelli

PESARO  - Questione di minuti, una disperata ricerca di quella macchina e soprattutto di chi c’era all’interno. Un uomo disperato, pronto a farla finita. Ma grazie alla collaborazione di un cittadino e alla disperata ricerca degli uomini della squadra Volante, quell’uomo oggi è salvo. 

 

Domenica pomeriggio, un cittadino ha notato una macchina nella zona tra la panoramica Ardizio e Muraglia. Ha subito notato qualcosa di strano perché dal tubo di scappamento usciva un altro tubo in plastica che finiva all’interno del veicolo. Un collegamento sospetto, presagio dei più nefasti progetti. Il passante ha guardato perplesso e ha capito subito che poteva trattarsi di un tentativo di un gesto autolesivo. Così ha immediatamente chiamato la Volante per richiedere l’intervento. La Polizia è arrivata in pochi istanti ma nel luogo segnalato non c’era più nessuno. Infatti il cittadino con i suoi sguardi insistenti e forse qualche tentativo di far desistere l’uomo in macchina dai suoi propositi, ha fatto sì che il conducente si insospettisse e si spostasse da lì. Gli agenti della volante della questura non hanno mollato la presa e si sono messi sulle tracce del veicolo. Hanno percorso alcune vie della zona, pensando che comunque potesse essere rimasto nella zona. Momenti frenetici perché in questi casi il tempismo è tutto e arrivare pochi minuti dopo potrebbe rivelarsi inutile. 

Dopo affannose ricerche sono riusciti a individuare l’auto sempre a Muraglia, ma in un’altra via, parcheggiata. Gli agenti sono scesi in tutta fretta, si sono affacciati e hanno trovato l’uomo disteso sui sedili. Era privo di conoscenza. Una scena che non lasciava presagire nulla di buono. Ma il tubo di scappamento si era staccato, una speranza. Non appena hanno aperto la portiera, l’odore dei fumi era molto forte. Così hanno fatto in modo che potesse entrare più aria possibile e hanno chiamato l’ambulanza che era già stata allertata in vista di un possibile intervento.


L’uomo è stato rianimato sul posto e quando è arrivato il medico ha eseguito un trattamento con l’ossigeno così da poter permettere alla persona di riprendersi completamente. Poi è stato portato in ospedale per le cure del caso. Questione di pochi minuti, essenziali per poter salvare il 53enne di Pesaro. Alla base del gesto disperato motivi personali legati al rapporto con la compagna e alla frustrazione accumulata. Gli agenti della Volante sono riusciti a salvare una vita in extremis. Gli agenti della Volante qualche mese fa avevano salvato un ragazzo che voleva farla finita sui binari.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA