Allarme per gli spari nel sottopasso. L'arma è finta ma senza bollino rosso: denunciato il "pistolero"

Giovedì 18 Novembre 2021
Allarme per gli spari nel sottopasso. L'arma è finta ma senza bollino rosso: denunciato il "pistolero"

PESARO - Tre colpi di pistola in un sottpasso del centro: scatta l'allarme a Pesaro. Indagini lampo della polizia: l'arma era una scaccicacni priva del bollino rosso, ma l'uomo, uno straniero con precedenti per spaccio e da poco libero dagli arresti domiciliari, è stato comunque denunciato.

Marche Covid, oggi i nuovi contagi sono 290. Schizza il tasso di incidenza. Le province dove il virus circola di più /Il trend in tempo reale

 

Le indagini erano partite dopo la segnalazione telefonica di un cittadino, circa la presenza di tre soggetti presso un sottopasso del centro, uno dei quali aveva esploso tre colpi di pistola. Grazie ad una minuziosa analisi delle immagini registrate da telecamere di sorveglianza, gli investigatori risalivano velocemente al soggetto, risultato essere uno straniero, che aveva sparato i colpi di pistola, che al momento non si poteva escludere potesse trattarsi di un’arma vera; l’uomo, infatti, risultava essere conosciuto in quanto arrestato in precedenza per spaccio di sostanze stupefacenti e sino a pochi giorni prima ristretto agli arresti domiciliari.

Il sospetto nelle ore successive veniva rintracciato e sottoposto a perquisizione, veniva trovato in possesso in possesso di una pistola in metallo, che fortunatamente risultava essere una scacciacani, priva di tappo rosso e riproducente in maniera fedele una pistola vera. L’uomo veniva quindi deferito alla Procura della Repubblica ai sensi dell’art. 4 secondo comma della L. 110/1975, per aver portato fuori dalla propria abitazione una pistola scacciacani in metallo priva di tappo rosso pressoché indistinguibile da una pistola vera e pertanto equiparata ad arma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA