Una strada "prigioniera" delle fioriere: «Quando piove fanno da tappo e si allaga tutto»

Martedì 28 Settembre 2021 di Thomas Delbianco
Una strada "prigioniera" delle fioriere: «Quando piove fanno da tappo e si allaga tutto»

PESARO -«Strada del Foglia, dopo l’acquazzone di domenica sera abbiamo rimosso le fioriere da soli, sennò l’acqua sarebbe entrata nelle case. Il Comune e il Quartiere intervengano, non si può aspettare il 2022 con la realizzazione della ciclabile per risolvere il problema». Il nubifragio del tardo pomeriggio di domenica, pur di breve durata, ha creato disagi a Borgo Santa Maria, lungo Strada del Foglia. 

 

L’arredo per il senso unico

A raccontare quanto accaduto è Giovanni Zona, presidente del Comitato Borgo Santa Maria, intervenuto nella strada al centro del paese, per dare una mano ai residenti in difficoltà: «E’ la stessa storia che si ripete ogni volta che piove: Strada del Foglia si allaga. Il problema è legato alla presenza delle fioriere che chiudono l’accesso ai mezzi provenienti dalla zona industriale (la via è a senso unico, come disposto dalla regolamentazione viaria con la rotatoria all’incrocio tra la strada provinciale e Strada Lancisi, ndr). Quelle fioriere fanno da tappo e le abbiamo dovuto spostarle domenica sera, sennò l’acqua sarebbe entrata in casa da una signora che abita lì a fianco». 

Aspettando la pista ciclabile

Non solo le fioriere impediscono all’acqua, proveniente da valle, di scorrere verso la parte bassa. «Ci sono anche le auto parcheggiate, lungo la strada, a fianco alla corsia di scorrimento, dove c’è il divieto di sosta - continua Zona - Ma i vigli urbani non intervengono mai. Domenica sera le ruote di due vetture coprivano i tombini impedendo al sistema fognario di ricevere l’afflusso d’acqua. Abbiamo sollecitato la questione al presidente di Quartiere, il quale ci ha indicato come soluzione anche del problema di regimazione idrica, la realizzazione della ciclabile nel 2022. Ma i disagi ci sono adesso, non possiamo aspettare il prossimo anno, magari l’intervento si farà dopo l’estate». 

«La rotatoria in sicurezza»

Un’altra richiesta rivolta al Comune da parte del Comitato Borgo Santa Maria riguarda la rotatoria al centro del Quartiere: «Considerato che la rotonda è ormai conclusa, chiediamo che venga messa in sicurezza, non è nemmeno segnalata dalle apposite tabelle. Se non avremo risposte immediate, andremo in prefettura a denunciare la situazione che non consideriamo a norma dal punto di vista di viabilità e sicurezza». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA