Pesaro, badante deruba l'anziana per giocare alle slot machine: «La risarcisca o niente patteggiamento»

Mercoledì 13 Novembre 2019
Pesaro, badante deruba l'anziana per giocare alle slot machine: «La risarcisca o niente patteggiamento»

PESARO - L’ultimatum alla badante che aveva prelevato i soldi dal conto dell’anziana che assisteva. O inizia a risarcire oppure rischia di non poter patteggiare, finendo quindi per svolgere lavori socialmente utili. Le servivano per vivere? No, anzi li sperperava alle slot machine. Ieri mattina udienza di fronte al giudice per le indagini preliminari. Il caso risale a marzo quando una pesarese di 62 anni, con problemi di salute e non autosufficiente, riscontra dei movimenti sospetti dall’estratto conto. 

Pergola, eredità contesa tra badante e tutore: condannato il vicino che ha rubato i 30mila euro sepolti in giardino

Badante sparisce con i soldi e i gioielli dell'anziana che assisteva

Si parla di almeno 3mila euro di cui non si capacita. Sulle prime nessun sospetto verso la badante peruviana di 43 anni. Ma la donna fa partire subito la denuncia ai carabinieri di Pesaro che avviano le indagini. E partendo dai punti Atm dove erano stati effettuati i prelievi riescono ad avere le immagini di videosorveglianza dell’istituto di credito. Ed ecco che a ritirare i soldi, più volte e senza autorizzazione, era stata proprio la badante. Così i militari dell’Arma hanno inchiodato la donna e scoperto che aveva preso la carta e in qualche modo avuto il codice del bancomat. La badante peruviana è stata quindi denunciata per indebito utilizzo di carte di credito o bancomat. E ovviamente licenziata dalla signora che avrebbe dovuto assistere e a cui invece aveva spillato 3mila euro. Ma c’è dell’altro, perché quei soldi erano stati polverizzati al gioco. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA