Agente colpito da detenuto con un tavolino: un'altra aggressione nel carcere di Villa Fastiggi

Agente colpito da detenuto con un tavolino: un'altra aggressione nel carcere di Villa Fastiggi
Agente colpito da detenuto con un tavolino: un'altra aggressione nel carcere di Villa Fastiggi
3 Minuti di Lettura
Sabato 12 Marzo 2022, 08:20

PESARO  - Detenuto aggredisce i poliziotti penitenziari in servizio con la gamba di un tavolo e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali sono costretti a una ennesima “denuncia”. A firmare la nota sono Sappe, Osapp, Uilpa, Sinappe, Uspp, Fns-Cisl e Fp-Cgil. Il fatto riguarda uno straniero trasferito da poco nel carcere di Villa fastiggi da un altro penitenziario, dove era già si era reso protagonista, si legge nella nota «di una serie d’interminabili aggressioni e devastazioni».

Tra l’altro Pesaro non era nemmeno la sua destinazione finale essendo stato assegnato a un altro istituto di pena. Ma nel tardo pomeriggio del 9 dopo una doccia ha deciso di non voler rientrare in cella, pertanto visti i pregressi e considerate la grossa mole e la stazza dell’uomo si è resa necessaria l’azione di diversi agenti. A nulla sono valsi l’intervento del comandante di reparto e del direttore, tant’è che il detenuto ha tentato di sfondare con la gamba di un tavolino la porta di un ufficio poi di fronte ai poliziotti si è scatenato colpendoli con la gamba del tavolino. Ad avere la peggio è stato l’assistente della polizia penitenziaria addetto alla vigilanza raggiunto alla fronte con il piede del tavolo con una violenza tale da fargli perdere i sensi.

L’agente è stato ricoverato al San Salvatore. Prima di riuscire a rendere inoffensivo il detenuto, subito trasferito altrove, altri quattro poliziotti hanno riportato contusioni con diversi giorni di prognosi. Scrivono i sindacati: «Chiediamo ancora una volta più sicurezza, non è più tollerabile lasciare inermi i poliziotti penitenziari che a mani nude sono costretti ad affrontare soggetti di tale pericolosità sociale a i quali è consentito compiere qualsiasi atto turbativo, vista la presenza all’interno delle camere detentive di vere e proprie armi improprie ovvero tavoli e sgabelli in legno, fornellini a gas scalda vivande, lamette e quant’altro». Il parlamentare della Lega Luca Rodolfo Paolini ha annunciato per oggi una visita a Villa Fastiggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA