Si accascia nel parco in overdose: ragazza di 22 anni salvata in extremis

Martedì 6 Ottobre 2020
Carabinieri al parco Miralfiore

PESARO - In overdose al parco Miralfiore. Una tragedia sfiorata ma che continua a far capire quanto il parco cittadino sia luogo di incontro per il consumo di droghe.

LEGGI ANCHE:
Dipendente positivo al Covid e municipio chiuso, paura in città. Il sindaco: «Rigore nei comportamenti»

Comprano le piante per il figlio altrove e lui per dispetto ne danneggia la tomba: fioraio denunciato per stalking


E in particolare eroina, visti i ritrovamenti di kit per iniettarla per endovena. Nel tardo pomeriggio di lunedì una ragazza di 22 anni, originaria di Civitavecchia, ha collassato al parco. Ha perso i sensi ed è piombata in uno stato catatonico dovuto all’overdose da eroina.
 
Un passante l’ha vista e ha dato l’allarme e sul posto è arrivata l’ambulanza che ha portato la ragazza in tutta fretta all’ospedale di Pesaro. La giovane è stata rianimata grazie al Narcan. Si tratta di un farmaco, il naloxone, il primo antagonista oppioide puro.  La ragazza non è in pericolo di vita ma è rimasta in ospedale per i controlli del caso. Sul caso indagano i carabinieri che cercheranno di capire da dove provenisse la droga, se ne avesse assunta troppa. O se può far parte di una partita tagliata male e dunque in grado di causare altri episodi come questi. Domenica a Urbino era stato trovato senza vita un 57enne nel bagno del centro commerciale di Santa Lucia, in via Antonio Gramsci. La tragedia si è consumata nella notte a cavallo tra il 3 e 4 ottobre. La macabra scoperta è stata fatta intorno alle 23 dal personale della vigilanza che, durante il consueto giro di controllo, ha rinvenuto il corpo dell’uomo, già noto alle autorità per i suoi trascorsi nel mondo della tossicodipendenza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA