Schiacciato da una rotoballa, agricoltore trovato morto. E' la quarta tragedia in un mese

Giovedì 3 Giugno 2021 di Jacopo Zuccari
Gli accertamenti sono svolti dai carabinieri

PERGOLA - Vallata del Cesano scossa da un nuovo incidente sul lavoro in un’azienda agricola. A perdere la vita ieri mattina poco prima delle 9 è stato l’agricoltore Renzo Olivi, 76 anni di Pergola, ucciso da una rotoballa di fieno che lo ha schiacciato a terra.

 

L’uomo stava lavorando alla sistemazione delle balle circolari in contrada Fenigli, in un terreno gestito assieme alla moglie e il figlio. Per cause in corso di approfondimento da parte dei carabinieri della stazione di Pergola e della compagnia di Fano, l’uomo potrebbe aver anche accusato un malore. Ma su questo punto ulteriori elementi potranno venire alla luce dall’esame autoptico che si svolgerà all’ospedale di Fano dove la salma dell’anziano pergolese è stata portata.

L’allarme dei familiari
La tragedia è avvenuta in una domenica mattina d’estate e ad avvisare i soccorsi sono stati gli stessi familiari che non riuscivano a mettersi in contatto con Renzo. Né la moglie né il figlio lo avevano raggiunto al telefono e una volta recatisi sul posto hanno constatato che giaceva a terra schiacciato sotto la rotoballa di fieno. Sono stati chiamati i soccorsi ma purtroppo per i sanitari del 118 non c’è stato altro da fare che constatare il decesso. La dinamica dell’incidente è al vaglio dell’ispettorato del lavoro dell’Area vasta 1 che dovrà verificare inoltre se dall’autopsia emergeranno altri elementi utili sull’ennesima tragedia sul lavoro. Renzo Olivi potrebbe aver accusato un malore e successivamente potrebbe aver perso l’equilibro finendo poi schiacciato dalla rotoballa. 


I tre precedenti
La tragedia di Fenigli accaduta nelle campagne di Pergola tinge purtroppo di rosso una fine di primavera che ha fatto registrare soltanto nella provincia pesarese già 4 casi di decessi avvenuti per lavori in aziende agricole. A perdere la vita anziani di età compresa tra i 67 e i 95 anni di età. Una scia che si allunga da Carrara di Fano dove Nino Talamelli, 95 anni, era stato vittima di un incidente fatale il 6 maggio. Ucciso dal telaio metallico della fresatrice. Talamelli era sceso dal trattore per sbloccare la macchina quando è rimasto a sua volta incastrato mortalmente. Il 28 maggio in via Strada di Mezzo a San Costanzo era deceduto Dino Mattioli di 87 anni trafitto da un traliccio di ferro dopo la caduta dal mezzo agricolo. Il 30 maggio a Sassocorvaro vittima sul lavoro in campagna l’allevatore Giulio Mulas di 67 anni, schiacciato dal trattore. Ieri la quarta vittima a Pergola. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA