Ore d'ansia per l'anziano disperso in campagna: ritrovato nel casolare dov'è nato

Sabato 28 Dicembre 2019
Pergola, ore d'ansia per l'anziano disperso in campagna: ritrovato nel casolare dov'è nato

PERGOLA I timori riguardavano il freddo o la possibilità di una caduta, quei cattivi pensieri che ci assalgono quando ci accorgiamo che una persona non rientra a casa. 
È quanto accaduto nel giorno di Santo Stefano a una famiglia romana, originaria di Pergola, che a Pergola è tornata per festeggiare il Natale. Terminato il pranzo festivo, il nonno, 84 anni, esce per fare una passeggiata. Ma intorno alle 18 il suo mancato rientro ha già destato grande preoccupazione così la figlia dell’anziano chiede aiuto alle forze dell’ordine raccontando che il padre da circa 4 ore non si vede. Scattano le ricerche che mobilitano i carabinieri di Fano e i vigili del fuoco di Cagli.

LEGGI ANCHE:
Va a castagne, cade poi si riprende scivola ancora e muore poche ore dopo

Corridonia, litiga con la compagna e fugge di casa: ritrovato dopo ore

È già calato il buio e la temperatura si fa più rigida, tanto che la paura per le sorti dell’anziano si fa più forte. I soccorritori setacciano prima i luoghi pubblici del paese, si avventurano fino alle campagne ma dell’84enne non c’è traccia. Poi un vigile del fuoco, che conosce bene il territorio ma evidentemente anche l’animo umano, ascolta i racconti dei famigliari gli viene un’idea. Raggiunge un vecchio casolare, oggi poco più di un rudere abbandonato, perlustra il terreno e i resti e trova l’anziano signore al riparo di un mucchio di mattoni, infreddolito, disorientato ma in buona salute. Sono le 20.45 quando comunica il lieto fine della storia. 
Quel casolare, che forse il pensionato ha voluto trovare, è infatti quanto resta della casa di campagna in cui è nato e vissuto da bambino. Ricondotto a casa della figlia l’uomo è stato accolto con affetto e sollievo da tutti e con un filo di commozione per il suo desiderio di rivedere luoghi dell’infanzia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA