Pensionato ucciso, un tesoro
e anche le cambiali nella cassaforte

Pensionato ucciso
un tesoro e anche
le cambiali nella cassaforte
SAN LORENZO IN CAMPO - Si svolgerà oggi l’autopsia sul corpo di Sesto Grilli, il pensionato 74enne trovato morto domenica sera, legato a una sedia, imbavagliato e riverso sul pavimento. L’incarico dalla procura della Repubblica è stato conferito alla dottoressa Loredana Buscemi dell’istituto di medicina legale di Ancona. L’esame farà luce sulle cause che hanno portato alla morte del pensionato che, con ogni probabilità, risale alla notte tra sabato e domenica intorno alle 3. L’uomo potrebbe essere deceduto per le botte dei malviventi o d’infarto, considerato che il 74enne era cardiopatico. La certezza è che dentro quell’abitazione si è consumata una brutale ed efferata violenza. C’è da capire il motivo. La Procura procede per omicidio, durante un furto o una rapina finiti male. Ma sono anche altre le piste che si battono, indagando in primis sulle frequentazioni dell’uomo. Intanto proseguono anche i sopralluoghi nella casa. Dopo aver rinvenuto circa 13mila euro tra cassaforte e cassetti, e pure fotocopie di cambiali per dei prestiti fatti, i carabinieri sono tornati per verificare tracce biologiche, impronte e macchie di sangue. Continuano a non rilevarsi segni di effrazione nel portone e nelle finestre. Grilli potrebbe aver aperto ai suoi assassini che non è affatto da escludere lo conoscessero. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 21 Marzo 2019, 04:35 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2019 04:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO