Controlli Covid della polizia locale, una multa al giorno. Dipendente privo di Green pass

Mercoledì 12 Gennaio 2022 di Osvaldo Scatassi
La perlustrazione della polizia locale di Fano nel centro storico

FANO - Quasi una sanzione al giorno per mancato rispetto delle misure anti Covid in questa fase di recrudescenza pandemica: riguardano un’attività economica gli ultimi due verbali. La polizia locale di Fano, i dati sono aggiornati all’8 gennaio, ha trovato un dipendente al lavoro senza il green pass, la certificazione verde, e anche il titolare ne ha fatto le spese per avere omesso il controllo.

 

Sotto esame 220 esercizi
Nel periodo delle festività natalizie gli agenti della Municipale hanno intensificato le verifiche sull’osservanza della normativa Covid e questi sono i risultati ottenuti finora. Sono 25 i verbali elevati per inadempienze, nello stesso arco di tempo sono state controllate oltre 220 attività economiche e quasi 1.100 persone. Dal 6 dicembre scorso la polizia locale ha quindi accentuato gli accertamenti nei bar, nei ristoranti (in generale nei locali dove sia prevista la somministrazione di alimenti e bevande), nelle palestre, nei circoli e nei mercati. Controlli che riguardavano tanto i titolari delle attività quanto il personale e i clienti. Ce ne sono stati, tra l’altro, anche riguardo ai passeggeri del trasporto pubblico.

Una pattuglia si sta occupando in via continuativa di queste verifiche, tutti i giorni compresi i festivi, affiancata da un’altra che accerta il corretto utilizzo delle mascherine (tornato obbligatorio anche all’aperto) soprattutto in centro storico e durante gli orari del passeggio più intenso, proprio con l’obiettivo di prevenire il rischio del contagio. Le divise della polizia locale all’accesso del Codma a Rosciano per regolare gli accessi al centro vaccinale, in questi giorni preso d’assalto a causa dei contagi in crescita, e la viabilità su via Campanella. «L’attività di controllo sul green pass – afferma l’assessora comunale Sara Cucchiarini, che ha la delega alla polizia locale – è tanto più indispensabile nell’attuale preoccupante situazione. Gli agenti fanesi stanno svolgendo questo lavoro con impegno, scrupolo e in modo puntuale, collaborando con le altre forze dell’ordine e sotto il coordinamento della Prefettura. Tutto ciò senza tralasciare l’attività ordinaria, che consegue risultati altrettanto significativi e che ora può contare sui sei rinforzi all’organico».

E visto che si tratta del mese comprendente il periodo delle festività, la polizia locale di Fano ha effettuato verifiche a tappeto sulla vendita dei fuochi artificiali, ma dagli accertamenti in una quindicina di attività è risultato tutto in regola. 

Le sanzioni stradali
Uno sguardo, allora, anche alla funzione più tipica: il rispetto delle norme stradali e la sicurezza della viabilità. Nell’ultimo mese sono stati individuati 70 veicoli senza revisione, altri 15 circolavano senza assicurazione (le pattuglie hanno a disposizione apparecchiature specifiche per individuare questo tipo di infrazione), mentre 8 conducenti guidavano parlando al cellulare. Nell’elenco delle scorrettezze compiute dai fanesi al volante c’è la cinquantina di conducenti che solo nei primi giorni del mese ha bruciato il rosso, come si dice di chi non rispetti l’obbligo di fermata al semaforo. Senza dimenticare infine, nello stesso lasso di tempo, il classico divieto di sosta: in questo caso le violazioni sono state quasi 150.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA