Muore di ipotermia in ospedale
Non aveva soldi per scaldare casa

Martedì 10 Dicembre 2013
Muore di ipotermia in ospedale Non aveva soldi per scaldare casa

FANO - E’ morto all’ospedale di Fano dove era stato portato ieri sera in ipotermia. Viveva in un appartamento in affitto con la famiglia e da due mesi, non avendo pagato le bollette, gli era stato staccato l’impianto di riscaldamento. E’ la drammatica vicenda di un uomo di 77 anni di Fano: già sofferente di alcune patologie, quella temperatura così bassa che era costretto a tenere in casa - riscaldata solamente con stufette elettriche - potrebbe essergli costata la vita.

Il decesso è avvenuto all'ospedale, dove è arrivato con una temperatura corporea di 30 gradi centigradi. L'anziano abitava con la moglie e due figlie, di cui una sola al momento lavora. La pensione del 77enne, di circa ottocemto euro, bastava a malapena a coprire l'affitto. Il magistrato ha disposto l'ispezione cadaverica per verificare le cause del decesso.

Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre, 20:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA