Sbandata e schianto fatale nella rotatoria: Christian muore a 34 anni, lascia una bimba

Lunedì 17 Gennaio 2022 di Thomas Delbianco
Sbandata e schianto fatale nella rotatoria: Christian muore a 34 anni, lascia una bimba

MONTELABBATE - Stava rientrando a casa dopo una serata passata con gli amici Christian Fiocca, 34 anni compiuti la scorsa estate, alla guida della sua Lancia Y10. Mancavano solo pochi chilometri alla sua abitazione di Osteria Nuova ma non c’è mai arrivato. E’ morto schiantandosi contro un guard rail dopo aver urtato il cordolo della rotatoria di via Mazzini, sulla Montelabbatese, che segna lo svincolo per arrivare al centro di Montelabbate e che è conosciuta anche come la rotatoria dello “specchio” per l’opera che troneggia al centro. E’ successo nella notte a cavallo tra sabato e domenica, su strada delle Regioni, intorno alle 4.30.

Covid, Marche nella stretta Omicron: più di duemila positivi anche nel giorno di festa. Ecco dove il virus corre/ Il trend

 

Un fuori strada, con direzione monte-mare, che non ha coinvolto nessun altro mezzo in transito e nessuna altra persona - il giovane viaggiava solo - ma che non ha lasciato scampo al 34enne, morto sul colpo in seguito al trauma cranico procurato dall’impatto. 

L’allarme

E’ stato dato l’allarme e sul posto sono arrivati immediatamente i mezzi di soccorso tra cui, insieme ai mezzi del 118, anche una squadra dei vigili del fuoco che è rimasta impegnata fino alle 5.40 per estrarre Christian Fiocca dal posto di guida. Quando il giovane è stato liberato non c’era purtroppo più nulla da fare, inutile qualsiasi tentativo di rianimarlo da parte dei sanitari sul posto, se non il doloroso rito del riconoscimento e dell’ufficialità della notizia. E’ toccato ai carabinieri avvisare i familiari e presentarsi a casa del padre di Christian che risiede a Padiglione di Tavullia. Uno choc per i genitori, per la sorella Martina, molto nota anche a Pesaro anche per la sua attività di ristoratrice alla “Carbonella”. Incredulità anche tra gli amici e i conoscenti dopo che la notizia, già dalle prime ore della mattina si è cominciata a diffondersi. Quanto alla dinamica dello schianto è tuttora al vaglio dei carabinieri del Norm di Pesaro, il Nucleo operativo radiomobile, intervenuti sul posto. Stando ai primi accertamenti il giovane ha perso il controllo finendo a velocità sostenuta contro il guard rail che delimita uno dei lati della Montelabbatese, non riuscendo a imboccare la rotatoria e non potendo più evitare l’ostacolo all’ultimo momento in un estremo tentativo di sterzare. Sulla cause del fuori strada sono al vaglio diverse ipotesi tra cui anche quella di un malore che lo ha colto alla guida, con un fondo stradale scivoloso per la gelata notturna - ieri notte la temperatura era piuttosto bassa - e che lo ha portato sbandare. O ancora un colpo di sonno da cui si è ripreso troppo tardi. Sicuramente lo schianto contro il guard rail è avvenuto a forte velocità, come emergerebbe dai filmati visionati dalle forze dell’ordine. Il giovane è arrivato alla rotonda ad andatura sostenuta e non riuscendo a imboccarla e a sterzare tanto che sull’asfalto non è emerso nessun segno di frenata. Gli stessi filmati evidenziano come l’impatto sia accaduto senza nessun tentativo da parte del conducente di evitare l’ostacolo. Da quanto si è appreso, la cintura di sicurezza era allacciata ma dietro la schiena. Il mezzo è stato posto sotto sequestro e verranno anche disposti degli accertamenti sullo stato alcolemico della vittima, così come prevede la legge. Christian Fiocca lavorava come camionista per un’azienda pesarese di autotrasporti ed era papà di una bimba.

 

Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio, 09:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA