Il paese in lutto per Dario: si è spento il barbiere musicista che vendeva anche i giornali

Mondolfo, il paese in lutto per Dario: si è spento il barbiere musicista che vendeva anche i giornali
Mondolfo, il paese in lutto per Dario: si è spento il barbiere musicista che vendeva anche i giornali
di Jacopo Zuccari
3 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Marzo 2021, 02:05

MONDOLFO - Con lui se ne va una pagina di storia mondolfese. Oggi 26 marzo a Mondolfo i funerali di Dario Zandri, 90 anni pienamente vissuti attraverso tutte le vicende che hanno coinvolto il comune rivierasco in questo ultimo secolo.Con un messaggio listato a lutto sui social, è trapelata l’altra sera la notizia. A comunicarlo il presidente della Banda di Santa Cecilia, Luca Piccioli.

 

Il dolore 

«Anche oggi devo scrivere che un membro della nostra banda ci ha lasciato. Il grande Dario Zandri. Ciao Dario, sincero amico e appassionato musicista, mancherai a tutti noi». Se ne è andata una delle figure indimenticabili della tradizione e dell’identità cittadina mondolfese. La città piange Dario Zandri, morto a 90 anni, dopo una lunga vita che ha segnato in qualche modo la storia dell’associazionismo locale. L’unico barbiere della piazza, . che aveva accolto i soldati polacchi che erano venuti a liberare la città dall’assedio delle truppe nazifasciste. Era stato consigliere di minoranza della Democrazia Cristiana, ai tempi delle giunte guidate da Pci e Psi. «Un secondo padre», ha detto Piccioli che nel 2018 aveva conferito a nome della Banda il premio alla carriera a Zandri. La sua bottega in piazza del municipio, dove si vendevano giornali e Dario accoglieva tutti con simpatia e garbo. Passione per la sua comunità trasmessa ai figli ed ai nipoti: anche a Natale era voluto andare con la moglie Luciana a visitare l’albero più originale nella piazza del Comune, quella dove aveva trascorso la sua vita lavorativa
«Tanti i clienti affezionati, dall’ex sindaco Salvatore Vergari, poi diventato presidente della Provincia e che anche quando era in pensione era rimasto cliente affezionato di Dario. Il figlio Gaetano Vergari lo ricorda così. «Che settimana triste per Mondolfo. Tarcisio, Dante, Dario: persone a cui sono legati pezzi di vita che quando scompaiono è come se una parte di noi se ne andasse con loro. Dario mi piace ricordarlo, felice e partecipe, mentre suona la chiarina alla Cacciata». Lo piangono i figli Paolo, Liana e Roberta e i nipoti Francesco e Matteo che hanno espresso tutta la loro riconoscenza verso un padre e nonno straordinario. Straziante e bellissimo il post del nipote Matteo, giocatore di calcio: «Mi hai insegnato ad avere una fede sportiva. Mi hai insegnato ad essere forte. Mi hai insegnato ad essere determinato. Mi hai insegnato a non farsi mai mettere i piedi in testa da nessuno. Mi hai insegnato il rispetto, l’altruismo, la disponibilità nei confronti dell’altro impegnandosi in mille e mille cose». 
Il ricordo
Il saluto del sindaco Barbieri: «Voglio ricordarlo con il sorriso, lo stesso che mi regalava ogni volta che ci incontravamo. A nome dell’Amministrazione comunale e della comunità mi stringo attorno alla famiglia in questo momento di dolore». I funerali pubblici si svolgeranno oggi alle 15 a Sant’Agostino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA