Cavi tranciati nel cantiere per la fibra ottica: un quartiere al buio. Arrivano i vigili e multano la ditta

Giovedì 24 Settembre 2020 di Jacopo Zuccari
Cavi tranciati nel cantiere per la fibra ottica: un quartiere al buio. Arrivano i vigili e multano la ditta

MONDOLFO - Il cantiere per la posa della fibra ottica nel “quadrilatero” di via Nuvolari, via Meroni, via dello Sport, via Coppi assomiglia sempre più a una via crucis per i residenti del quartiere di San Sebastiano a Mondolfo.

LEGGI ANCHE:
Tremendo schianto sulla Statale: arriva l'eliambulanza per un motociclista

Coronavirus, si contagia in famiglia ma non lo sa e va a scuola: scatta la quarantena. La preside: «Seguiti tutti i protocolli»

Martedì sera l’ennesimo intoppo con la rottura dei cavi della pubblica illuminazione e un intero quartiere con le strade totalmente al buio in presenza dei cantieri ancora aperti e con le transenne lasciate sulla strada a protezione dei tratti scavati dalla ditta che posa la fibra ottica.
 
L’allarme di un cittadino
Un cittadino residente in via Meroni già l’altro giorno con una email avevano provveduto a segnalare al Comune i rischi e i pericoli connessi alla circolazione stradale in una zona ad alta densità abitativa, vicino a un parco giochi per bimbi e al campo da tennis “Hellas Mondolfo”. Nel pomeriggio di martedì la pattuglia della polizia locale ha riscontato numerose anomalie e sanzionato per violazione del codice della strada gli operai e la ditta committente che stanno effettuando i lavori da ormai due settimane. Tutto era cominciato poco dopo l’avvio del cantiere quando praticamente nel giro di un paio di giorni prima era stato un escavatore ad abbattere una porzione di muro condominiale in via Nuvolari. In prossimità della stessa zona era stato inavvertitamente danneggiato l’acquedotto e il personale dell’Aset era dovuto urgentemente intervenire per ripristinare il servizio idrico dato che numerose famiglie, in una delle giornate più afose di settembre, si erano ritrovate senz’acqua potabile. E ieri notte la paura per la completa mancanza di illuminazione pubblica. Contattandosi via social e per telefono i residenti del quartiere hanno opportunamente deciso di accendere le luci esterne per non lasciare tutto il quartiere al buio, anche per motivi di sicurezza. 
Gli agenti della polizia locale hanno effettuato controlli contestando alla ditta subappaltatrice una multa per la violazione dell’articolo 21 del codice della strada. Si tratta della quarta sanzione elevata dalla polizia locale nei confronti delle diverse ditte che si sono viste aggiudicare in subappalto i lavori per la posa della fibra ottica, un’opera lungamente attesa dalla cittadinanza e che permetterebbe di superare quanto prima i ritardi per quanto concerne il processo di digitalizzazione e di accesso alle reti in banda larga.
I maggiori disagi
I maggiori disagi si sono concentrati soprattutto in via Coppi all’incrocio con via Meroni dove oltre a non ricoprire opportunamente i solchi aperti sull’asfalto, è stato tranciato di netto un cavo che alimenta l’illuminazione a led a San Sebastiano. La polizia locale ha provveduto a identificare gli addetti della ditta che dopo il temporale di martedì avevano lasciato incustodite le opere senza premunirsi di transennare o ricoprire i tratti più pericolosi. Disagi e mancato ripristino della sicurezza della strada sono state riscontrati dalle verifiche della polizia locale anche in via Volta. Non è ancora dato sapere quando termineranno i lavori, che procedono a singhiozzo e a macchia di leopardo da ormai tre settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA