Auto colpita da una scheggia sulla superstrada, il vetro laterale va in frantumi: imprenditore miracolato

Domenica 24 Aprile 2022 di Iacopo Zuccari
Auto colpita da una scheggia sulal superstrada, il vetro laterale va in frantumi: imprenditore miracolato

MONDOLFO  - Paura in superstrada per Carlo Tonelli e per l’imprenditore italoamericano Jeff Montanari, di ritorno a Mondolfo l’altro pomeriggio da Macerata. Nel tratto compreso tra il capoluogo di provincia e la città di Civitanova Marche, la Fiat Abart in cui i due mondolfesi viaggiavano è stata investita da un sasso o da una scheggia e il finestrino lato passeggero dove era Montanari è andato in frantumi. 

 

Letteralmente miracolato Montanari, che se l’è cavata con qualche leggera escoriazione al braccio che non ha richiesto medicazioni. Ma la paura è stata tanta considerato anche che l’auto in superstrada procedeva presumibilmente intorno ai 100 chilometri orari e l’impatto con un corpo contundente poteva provocare la perdita di controllo del mezzo e innescare un tamponamento a catena. Al ritorno a Mondolfo l’auto danneggiata è stata portata in una carrozzeria del posto per le riparazioni.

«Con il caldo potevamo viaggiare con il finestrino aperto, abbiamo rischiato veramente di farci male», ha detto ieri Tonelli che è rimasto anche lui sotto choc a causa dell’impatto a forte velocità con il sasso. «Riteniamo che qualcuno stesse tagliando l’erba o le sterpaglie vicino alla superstrada e probabilmente una scheggia può essere partita dall’esterno per arrivare a colpire l’auto su cui viaggiavamo», ha aggiunto Tonelli..

Jeff l’ha presa come sempre con filosofia senza fare eccessivi drammi come è nel suo spirito di non arrendersi mai di fronte alle difficoltà. Certo anche lui ha avuto paura e fortunatamente non ha riportato ferite. Ieri ha assistito alla partita di calcio di quella che sta diventando ormai la sua squadra del cuore, l’Atletico Mondolfo Marotta. Montanari oltre che imprenditore è l’artefice del recupero dell’antica sinagoga di Mondolfo per la quale si sta impegnando per una riqualificazione dell’edificio al fine di poter inserire il centro storico di Mondolfo tra i percorsi dei luoghi di culto ebraici marchigiani, diffusi nelle province anconetana a pesarese dal mare all’entroterra.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA