Parco Miralfiore, il Comune organizza il mercatino dei bimbi: gli ambientalisti si mettono di traverso

Parco Miralfiore, il Comune organizza il mercatino dei bimbi: gli ambientalisti si mettono di traverso
Parco Miralfiore, il Comune organizza il mercatino dei bimbi: gli ambientalisti si mettono di traverso
di Thomas Delbianco
3 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Ottobre 2022, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 16:31

PESARO L’assessore Enzo Belloni, insieme alla collega di giunta Francesca Frenquellucci, annuncia un’iniziativa per bambini e famiglie al parco Miralfiore per domenica 16 ottobre con mercatino e scambio di giocattoli e gli ambientalisti lo precedono e giocano d’anticipo organizzando un sit-in con raccolta di firme sette giorni prima, ovvero domenica prossima 9 ottobre. E niente, ormai Belloni “mani di forbice” è la bestia nera dei vari comitati racchiusi tra “La voce del Miralfiore” e “Salviamo il parco”.

Un braccio di ferro, quello tra l’assessore e gli ambientalisti, incentrato sulla gestione del parco in particolare per quanto riguarda la manutenzione. Polemiche che si rinnovano a ogni taglio del bosco e del sottobosco. Le più recenti risalgono a nemmeno un mese fa quando dal Comune è partita un’operazione sicurezza contro lo spaccio che ha liberato il sottobosco del Miralfiore di rami e arbusti per consentire anche alle stesse forze dell’ordine di accedervi con i mezzi in caso di controllo e di percorrere senza ostacoli i sentieri. Ne è nato un veemente tira e molla: da una parte i comitati che lanciano accuse di «disboscamento dissennato che non tiene conto dell’ecosistema delicato» rimarcando come il Comune non li abbia mai coinvolti nelle decisioni da intraprendere, dall’altra l’assessore Belloni che replica di «credere nel parco ma non nei fanatici».

Poi un relativo silenzio e ora l’annuncio del sit-in in difesa del parco. Il presidio è organizzato da “La voce del Miralfiore” che è appunto la rete delle più attive associazioni ambientaliste e che coagula al suo interno anche tanti pesaresi sensibili al tema. Tutti sono convocati per domenica prossima, 9 ottobre alle 10.30. «Confidiamo - si legge - sulla preziosa collaborazione di tutti coloro che amano il parco a partecipare e a contribuire alla raccolta firme». «Si tratta - spiegano gli organizzatori - di una manifestazione a sostegno del parco, per esortare l’Amministrazione comunale a trovare e a condividere delle soluzioni capaci di coniugare le esigenze di sicurezza con la tutela dei valori ambientali di un ecosistema dall’elevata biodiversità come il Miralfiore».

Il ritrovo dei manifestanti è previsto alle 10.30. «L’incontro - proseguono gli organizzatori - è previsto sotto la grande quercia vicina al percorso sopraelevato, all’ingresso limitrofo all’arco verranno date indicazioni per raggiungere il luogo. Alla fine del sit-in sarà possibile rimanere per approfondire e confrontarsi sui motivi dell’iniziativa, oltre a percorrere insieme le aree interessate dagli interventi oggetto di dibattito». Il comitato puntualizza inoltre che nell’occasione verrà avviata ufficialmente anche una raccolta di firme per una petizione «che preveda la sospensione dei tagli del bosco fino alla definizione di un piano di manutenzione opportunamente strutturato e condiviso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA