Maxi tartufo di 650 grammi trovato ad Acqualagna. Motoraduno a Sant'Angelo in Vado: premio al dottor Costa. Prezzi salati

Maxi tartufo di 650 grammi trovato ad Acqualagna. Motoraduno a Sant'Angelo in Vado: premio al dottor Costa. Prezzi salati. Nella foto il sindaco Luca Lisi con, al centro, Stefania Tofani e Virginia dell azienda "Tartufi Tofani"
Maxi tartufo di 650 grammi trovato ad Acqualagna. Motoraduno a Sant'Angelo in Vado: premio al dottor Costa. Prezzi salati. Nella foto il sindaco Luca Lisi con, al centro, Stefania Tofani e Virginia dell’azienda "Tartufi Tofani"
4 Minuti di Lettura
Sabato 15 Ottobre 2022, 16:36 - Ultimo aggiornamento: 19:29

ACQUALAGNA - Un maxi tartufo come una grossa pepita. E' stato trovato questa mattina nelle colline di Acqualagna: pesa 650 grammi e vale diverse migliaia di euro.

Il ritrovamento viene salutato come un felice auspicio dal sindaco di Acqualagna Luca Lisi, che tra otto giorni inaugurerà la 57esima edizione della Fiera nazionale del tartufo bianco pregiato.

Finora scarsa la raccolta

L'apertura della stagione, infatti, è stata segnata da una scarsa raccolta e, soprattutto, da piccole pezzature. E' noto come la qualità e di conseguenza il prezzo del tartufo aumentino con le sue dimensioni mentre la produzione bassa è il portato degli anni siccitosi come lo sono stati l'attuale e quello precedente.

Il prosieguo della stagione dimostrerà quanto le piogge dell'ultimo mese possano influenzare favorevolmente la maturazione delle trifole. «Questo maxi tartufo è una bellissima sorpresa - commenta il sindaco Lisi - a differenza delle previsioni sulla raccolta di inizio ottobre. La notizia ci rende particolarmente felici. Acqualagna si conferma la patria del tartufo bianco, il più buono e ricercato dai gourmet del mondo». 

L'esemplare di Tuber Magnatum Pico

Si tratta di un esemplare di Tuber Magnatum Pico di grande qualità, una pezzatura integra dal profumo inebriante. La trifola è dell’azienda “Tartufi Tofani”, la stessa ditta di storici commercianti di Acqualagna che nel 2019 aveva trovato un esemplare da un chilo e 143 grammi: un record, quello, per peso e qualità in Italia negli ultimi anni.

«Siamo fieri di rappresentare Acqualagna nel mondo con queste bellissime pezzature - dichiara Stefania Tofani -: il ritrovamento è sicuramente una grande speranza per la stagione che si sta sviluppando».

Alla borsa fino a 4.500 euro al chilo

La borsa del tartufo di Acqualagna, che ha aperto i battenti ed è disponibile online, riporta per il bianco pregiato prezzi da 2.500 a 4.500 euro al chilo, in base alle pezzature. La pezzatura maggiore è quella oltre 50 grammi, perciò non ha un prezzo quotabile un tartufo che pesa 13 volte tanto. E per sapere quanto costi al ristorante un piatto di tagliatelle con inebrianti scaglie di tartufo bianco basti considerare che di questa saporosa finitura sono necessari almeno 10 grammi: quindi, solamente per il tartufo della migliore qualità, sono 45 euro, più primo, servizio e coperto.

Motoraduno nell'alta Valmetauro

Mentre Acqualagna prepara la kermesse del tartufo, a Sant'Angelo in Vado si svolge già il secondo weekend della 59esima Mostra nazionale del tartufo bianco pregiato delle Marche. Oggi e domani la cittadina dell'alta Valmetauro accoglie migliaia di motociclisti da tutta Europa per il 44esimo motoraduno internazionale del tartufo.

Per questa occasione domattina alle 11, in piazza Umberto I, il sindaco Stefano Parri consegnerà il Tartufo d’oro al dottor Claudio Costa, che per anni ha accompagnato tutte le gare del motomondiale con la sua clinica mobile, un servizio medico qualificato in grado di intervenire nell’arco di brevissimo tempo per soccorrere i piloti caduti. La clinica mobile esordì esattamente 50 anni fa e da allora è diventata una vera e propria istituzione sui campi di gara del motociclismo, operando migliaia di interventi in ogni stagione sportiva e contribuendo in modo decisivo ad aumentare gli standard di sicurezza sulle piste.

Gli altri riconoscimenti

Insieme con il medico verranno premiati anche l’ex pilota sammarinese Alex De Angelis - ritiratosi dalle piste nel 2020, con un passato che va dalla classe 125 alla Moto Gp fino alla Moto E - e Marta Miniucchi, regista del film Benelli su Benelli, produzione del 2021 sulla storica casa motociclistica pesarese.

Nel corso della 59esima mostra nazionale del tartufo di Sant'Angelo in Vado, è stata aperta alle visite una nuova stanza della domus del mito, importante ritrovamento archeologico tornato alla luce nel Campo della Pieve, vicinissimo al centro storico attuale. Questa stanza completa il percorso visitabile della grande domus romana del primo secolo dopo Cristo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA