Marco scomparso in Germania: la famiglia in trepidazione ma lui era morto da un anno

Mercoledì 17 Marzo 2021 di Simonetta Marfoglia
Marco Truffi aveva 44 anni

VALLEFOGLIA - La famiglia non aveva più notizie di lui da oltre un anno e mezzo, tanto da lanciare una settimana fa, come extrema ratio, un appello tramite “Chi l’ha visto” per cercare di avere notizie del 44enne Marco Truffi, trasferitosi in Germania nel 2018.

 

Ma proprio ieri è arrivata la doccia fredda, che gela il cuore e le speranze: il loro Marco risulta morto da circa un anno. Come, dove e perchè sia morto i familiari ancora non lo sanno, ma non è questo l’unico interrogativo da sciogliere.

I contatti
La notizia del decesso del loro congiunto, come riporta il sito della popolare trasmissione di Rai 3, è venuta dal Comune di Vallefoglia, che ha contattato direttamente i familiari informandoli della drammatica sorte. Ma com’è stato possibile che in tutto questo tempo nessuno, a livello di autorità e canali istituzionali ufficiali, li abbia cercati per avvisarli della morte?

Tanto più che i familiari ne avevano anche denunciato formalmente la scomparsa e solitamente, in circostanze simili, si attivano anche i canali consolari. Ma stavolta nessuno parrebbe essersi preoccupato di allertare i familiari, o forse qualcosa nei vari step dei contatti si è bruscamente interrotto, o c’è stato un equivoco o un errore. Qualcosa è andato storto.

Fatto sta che il Comune di Vallefoglia con i suoi uffici anagrafe e di stato civile ne è stato informato, ma non la famiglia. E come, dove e perchè si è interrotta la filiera della comunicazione tra Germania e Italia sarà un altro nodo da dirimere. Un pasticcio che va ad aggiungersi al trauma di sapere che Marco Truffi è morto, e di ignorare come sia deceduto o dove sia ora la salma.

La notizia della morte
La notizia della morte, riportata nel sito di “Chi l’ha visto?” nel tardo pomeriggio di ieri, è in poco tempo rimbalzata velocemente via social diffondendosi tra l’incredulità e lo sconcerto generale a Vallefoglia (ma anche a Pesaro) dove Truffi era conosciuto.

Il 44enne era originario di Montecchio, da dove, circa tre anni fa, era partito per trasferirsi in Germania, nella zona di Amburgo. Era il 2018. Da quella volta i contatti con la famiglia erano comunque continuati fino a che, nel luglio del 2019, più di un anno e mezzo fa, non si sono più avute notizie dell’uomo. Le ripetute chiamate al cellulare non hanno portato ad alcun esito perchè il telefonino risultava sempre spento.

A ritroso
Alla fine, un anno dopo, il 4 giugno del 2020, i familiari, sempre più preoccupati, si sono recati alla stazione dei carabinieri di Vallefoglia per denunciarne formalmente la scomparsa anche perchè, nel frattempo, avevano scoperto che il loro congiunto viveva ad Amburgo ma senza fissa dimora. E l’angoscia in tutti questi mesi è diventata sempre più soffocante finchè, pochi giorni fa, la sorella e il cognato hanno contattato “Chi l’ha visto?” lanciando un appello pubblico. Un appello con un finale tragico e ancora troppi interrogativi irrisolti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA