Vallefoglia ha deciso, comunità energetica per i cittadini contro il caro bolletta: il fotovoltaico su municipio o teatro

Pannelli fotovoltaici, immagine tratta dal Web
Pannelli fotovoltaici, immagine tratta dal Web
di Luca Senesi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Marzo 2022, 08:00

VALLEFOGLIA Il Consiglio comunale di Vallefoglia ha approvato la mozione firmata Movimento Cinque Stelle che propone la creazione di una Comunità energetica rinnovabile. Il documento ha visto il sì della maggioranza e ovviamente dei proponenti consiglieri del Movimento (nello specifico dai consiglieri Mirko Bezziccheri, Marta Cartoceti e Andrea Lombardo) mentre il Centrodestra ha dato voto contrario. 

 

«E’ sotto gli occhi di tutti – spiega Mirko Bezziccheri - che l’approvvigionamento energetico è una problematica che non può essere più rinviata e questa mozione è occasione da non perdere visto gli ultimi pesanti rincari in bolletta e la terribile situazione in Ucraina non migliorerà di certo la problematica». Questa mozione invita l’amministrazione a dar vita alla Comunità Energetica Rinnovabile che per slogan il Movimento chiama “Vallefoglia c’è”. «Si tratta della possibilità di condividere la produzione di energia elettrica derivata da impianti alimentati a fonti rinnovabili tra più cittadini, i consumatori di energia elettrica quindi potranno associarsi per realizzare configurazioni di Autoconsumo collettivo e comunità energetiche». 

Già individuati due possibili edifici dove realizzare gli impianti per queste comunità ovvero lo stabile che diventerà la sede del nuovo comune unico a Montecchio e quello per il nuovo teatro a Bottega: tutto ciò andrà anche comunicato e ben spiegato alla cittadinanza pertanto nella mozione i consiglieri chiedono anche la creazione di un apposito sportello o centro di informazione per mettere a disposizione le informazioni necessari per la realizzazione di tutto ciò. «I Comuni hanno la grande possibilità di fare molto – continua infatti Bezziccheri - oltre a un’opera di divulgazione e informazione e alla partecipazione alla pari alle Comunità energetiche, come qualsiasi altro membro, possono infatti giocare un ruolo ancora più importante e attivo costruendo gli impianti, vedi Montelabbate (la “CERossini” con impianto sul tetto dell’omonima scuola ndr.), sfruttando diversi contributi a fondo perduto come stabilito dal Decreto Crescita del 2019 (Vallefoglia avrebbe 90.000 euro), e inserire nelle Comunità energetiche, gratuitamente o a condizioni vantaggiose, quella parte di popolazione che si trova in povertà energetica». Delusione per il mancato sostegno del Centrodestra «Visto l’esito favorevole alla nostra mozione e visto le prospettive vantaggiose in ogni ambito per questa opportunità, restiamo allibiti sapere che il Centrodestra di Vallefoglia è contrario a questo progetto virtuoso ritenendolo, parole testuali del consigliere Borlenghi “fumoso” non sapendo “forse” che il Centrodestra in Regione ha regolamentato attraverso la legge n°11 di Giugno 2021 proprio la gestione delle Comunità energetiche rinnovabili». 

«Evidentemente c’è Centrodestra e Centrodestra. Confidiamo – conclude - nella possibilità di poter attivare una comunità energetica nella nuova sede del comune e teatro di Vallefoglia sapendo che il Protocollo di intesa firmato con il comune di Montelabbate al punto 2 “Sostenibilità Ambientale” va in questa direzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA