Nuovo tour del camper vaccinale a Vallefoglia. Ucchielli: «Ci permette di anticipare le dosi»

Martedì 25 Gennaio 2022 di Thomas Delbianco
Il camper vaccinale

PESARO -  Camper vaccinale alla Casa della Salute, terza dose e poi subito a cancellare la prenotazione all’hub di Pesaro. «Approfittiamo di questa opportunità sotto casa, così non dobbiamo attendere altre settimane e doverci spostare in auto». E domani pomeriggio è il turno dei bambini. Le novità introdotte nelle ultime settimane, dalle ulteriori restrizioni per i non vaccinati, all’obbligo del siero per gli over 50, fino alla riduzione della validità del green pass a sei mesi, hanno intasato le agende dei principali hub vaccinali della provincia. 

 

E così, nonostante tutti i giorni rimasti liberi nei calendari siano stati riempiti dall’Area Vasta 1, le prenotazioni, soprattutto di coloro che devono effettuare la terza dose, si sono allungate di alcune settimane. Non è un caso che ieri all’arrivo del camper dell’Asur presso la Casa della Salute, diverse persone ne abbiano approfittato per la somministrazione del vaccino senza bisogno di alcune prenotazione, anticipando così la seduta programmata, che poi gli utenti interessati hanno provveduto a cancellare.

Ieri davanti alla Casa della Salute diverse persone hanno riferito di trovarsi in questa situazione, tutti contenti di aver avuto la possibilità di anticipare la vaccinazione, per giunta a pochi passi dalle proprie abitazioni, sena bisogno di spostarsi in auto verso Pesaro. «Ho fatto la terza dose, tutto bene - racconta una signora - Ho approfittato del camper, perchè avevo la prenotazione a Pesaro. Nel frattempo, mia madre e mia sorella hanno contratto il Covid e così non potendo raggiungere Pesaro ho visto che c’era il camper e ho chiesto se potevo fare la terza dose. Il camper dei vaccini che raggiunge zone di prossimità è assolutamente utile». 


«Ho appena fatto la terza dose, ora sto andando a cancellare l’appuntamento che avevo fissato l’8 febbraio», sottolinea un’altra residente di Vallefoglia.Più di una persona è arrivata alla Casa della Salute per chiedere se fosse possibile effettuare la terza dose, perchè era stato comunicata la somministrazione solo della prima e seconda inoculazione. E invece il medico di turno con il camper ha acconsentito anche alla dose booster. 


C’è chi si è immunizzato per la prima volto contro il Covid, e chi invece è stato rimandato indietro. Il motivo? «Non ho potuto fare il vaccino, perchè ero troppo in anticipo, devo attendere fino al 16 febbraio. Ma ne volevo approfittare, visto che abito a Vallefoglia. Ora prenderò l’appuntamento e andrà al Rossini Center di Pesaro, perchè non si sa ancora quando tornerà il camper in questa zona». La Casa della salute non si riposa. Domani pomeriggio dalle 15 alle 18 sarà possibile vaccinare tutti i più piccoli, i bambini di età compresa dai 5 a 11 anni, nell’ambito della campagna gestita dai pediatri di libera scelta. Venerdì, dalle 15 alle 18, il Punto Vaccini della “Casa della Salute” sarà aperto per la somministrazione delle 3° dosi, su prenotazione da effettuare tramite il portale della Regione Marche. 

«Come si vede - sottolinea il sindaco di Vallefoglia Palmiro Ucchielli - dopo i diversi contatti avuti personalmente con il presidente e l’assessore alla Sanità della Regione Marche e le nostre continue sollecitazioni, la “Casa della Salute” ha iniziato ad assolvere il ruolo e le funzioni per cui è stata realizzata. Rinnoviamo però ancora una volta alla Regione la richiesta di riattivazione della postazione di Guardia Medica e l’apertura dei servizi nella giornata del sabato mattina». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA