Urbino piange Sirto Sorini, storico dell'aquilone e anima cittadina di Avis, Arcieri e Accademia della Risata

Giovedì 18 Novembre 2021 di Beatrice Giannotti
Sirto Sorini

URBINO - Sirto Sorini, una istituzione per la città di Urbino. È venuto a mancare ieri, all’età di 88 anni. Verrà ricordato dai propri cari, ma anche dai gruppi sportivi di Urbino: arrivava al palazzetto in sella al suo Ciao, da sempre “spacciatore” di dolciumi sulla panchina dell’Urbino Basket. Sarà ricordato dall’Accademia della Risata, dal gruppo degli arcieri Aquile Ducali, dai tamburi Ducali, dall’Avis, dalla Contrada di San Polo e da tutte le contrade.

 

 

L’unico urbinate ad aver partecipato a tutte le edizioni della Festa dell’Aquilone. Ma le realtà che lo ricorderanno sono una lunga lista, come tutti i cittadini che lo hanno incontrato almeno una volta. Il suo sorriso, la sua allegria e la sua dolcezza non lasceranno la memoria di chi ha avuto la fortuna di incontrarlo. Il sindaco Gambini lo ricorda così: «Ho appreso con profondo dispiacere della scomparsa di Sirto Sorini, decano degli aquilonisti urbinati. Con lui se ne va un pezzo della nostra storia, ma il suo ricordo vivrà per sempre nella memoria della nostra città Il simbolo della festa dell’aquilone, colui che ne custodiva l’anima storica, riferimento di tutti i contradaioli. Generazioni di urbinati si sono appassionati all’arte di costruire gli aquiloni traendo ispirazione da lui. A nome mio e dell’amministrazione porgo ai suoi figli e alla sua famiglia le più sincere condoglianze». I funerali oggi alle 14.30 al Duomo di Urbino. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA