Urbino, nuovo istituto Raffaello: scelta l'idea vincente. E' di uno studio che ha ridisegnato il centro storico di Pesaro

Venerdì 12 Febbraio 2021 di Gianluca Murgia
Il vecchio istituto Raffaello di Urbino

URBINO - Hanno già lasciato la loro impronta in mezzo centro storico di Pesaro, ora avranno l’onore e l’onere (ben retribuito) di realizzare il progetto del nuovo istituto Raffaello. È lo Studio Marco Ciarlo Associati (architetti Marco Ciarlo, Fabrizio Melano e Giampiero Negro) di Altare (Savona) ad essersi aggiudicato il primo posto nella graduatoria delle 9 proposte ideative, stilata dalla commissione giudicatrice del “Concorso di idee per la demolizione e ricostruzione dell’edificio sede dell’istituto Raffaello di Urbino”.

 

Le proposte erano pervenute in forma anonima: aprendo le buste contenenti i nominativi ad esse collegati si è decretando così il nome del vincitore. Lo “Studio Marco Ciarlo Associati” oltre a ricevere i 5 mila euro previsti dal bando di concorso, sarà incaricato di realizzare il progetto definitivo del nuovo edificio che prenderà il posto del “Raffaello” di Urbino, dichiarato inagibile nel 2019 a seguito delle verifiche di vulnerabilità sismica. La Commissione, nominata dalla Provincia successivamente al termine di consegna dei plichi, ha indicato come secondo classificato il costituendo RTP (Raggruppamento temporaneo progettisti) con mandatario “S.B. Arch – Studio Borgone Architetti Associati” di Foligno (Perugia) che riceverà un premio di 2mila euro, mentre al terzo classificato, il costituendo RTP con mandatario “Incide Engineering srl” di Mestre (Venezia) andrà un premio di mille euro. Gli altri partecipanti si sono classificati ad ex aequo al quarto posto. 

«Con l’individuazione del progettista – sottolinea il presidente della Provincia Giuseppe Paolini - abbiamo concluso un’altra fase importante verso la demolizione e ricostruzione dell’istituto, che verrà finanziata con 5 milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Istruzione nell’ambito del bando ‘Sisma 120’ e 2 milioni di euro di cofinanziamento della Provincia di Pesaro e Urbino». 


Come evidenzia il dirigente del Servizio Edilizia Scolastica Maurizio Bartoli, la proposta ideativa vincitrice sarà solo uno spunto per la progettazione vera e propria. «Il concorso di idee ci ha permesso di trovare il progettista più idoneo. Trattandosi di un edificio situato in un luogo strategico per Urbino, per la realizzazione del progetto ci sarà un ampio confronto con il Comune, anche per l’utilizzo degli spazi pubblici circostanti. Stiamo intanto valutando come illustrare i progetti. Avremmo voluto allestire una mostra con tutti i progetti pervenuti, sia per il Nolfi ex Carducci di Fano che per il Raffaello, ma il protrarsi dell’emergenza sanitaria rende questa idea poco percorribile. Troveremo altre soluzioni». Lo Studio Marco Ciarlo Associati, in questi anni, ha lavorato molto su Pesaro contribuendo alla riqualificazione della piazza della Pescheria, via San Francesco, viale XI Settembre, piazza del Conservatorio e via Pedrotti. Strade e piazze, non strutture. 

Questa la motivazione della Commissione nel decretare il vincitore: «La soluzione progettuale prima classificata presenta qualità progettuali che ben si confrontano con il territorio interessato sotto il profilo planoaltrimetrico con il paesaggio che si degrada e si intreccia con la città e con i manufatti limitrofi con funzioni analoghe. Presenta una particolare attenzione all’uso attivo della luce naturale che consente un’adeguata funzionalità degli spazi didattici. La proposta di fattibilità dell’opera propone una soluzione progettuale di concreta realizzazione garantendo comunque per fasi la piena funzionalità dell’edificio scolastico. La proposta a parere della Commissione sembra garantire maggiormente l’adeguatezza ai parametri economici Ministeriali».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA