Coprifuoco, si cambia nel weekend. Gambini: «Venerdì e sabato chiusure all’1.30, il giovedì alle 24»

Venerdì 1 Ottobre 2021 di Eugenio Gulini
Una notte in centro a Urbino, foto d'archivio

URBINO - Modificato il limite orario di venerdì e sabato sull’ordinanza chiusura dei locali nel weekend. Il sindaco, Maurizio Gambini, ha firmato, ieri mattina, un’ordinanza che modifica gli orari di chiusura dei locali durante i fine settimana fino al 15 ottobre. Rimane il limite orario alle 24 per le serate del giovedì, mentre il venerdì e il sabato la chiusura è posticipata alle 01,30. 

 

 

«Dopo gli incontri avuti con le associazioni di categoria, gli esercenti e alcuni rappresentanti di studenti, prendo atto della generale disponibilità alla collaborazione. Questo è un fatto estremamente positivo – spiega il sindaco Maurizio Gambini - perché c’è stata una presa di coscienza da parte dei soggetti coinvolti rispetto alla situazione critica che si verifica in città durante le serate della cosiddetta “movida”. L’ordinanza intende tutelare chi si trova in prima linea a dover affrontare situazioni pericolose, richiamando tutti alla responsabilità». 

«La misura – continua il primo cittadino - conferma la necessità di limitare le distorsioni della vita notturna, per cui resta invariato il limite delle 24 per il giovedì. Prendo atto, tuttavia, della disponibilità degli esercenti a diluire gli affollamenti tipici di un’unica serata a favore di una più bilanciata distribuzione delle presenze in altri giorni della settimana, in modo da mantenere la situazione più calma e controllabile. Nel frattempo – conclude il sindaco - continuiamo a monitorare quanto accade, mi auguro che tutti siano più attenti e responsabili». Come noto, la misura si è resa necessaria per motivi di ordine pubblico e sicurezza, alla luce dei recenti episodi di disturbo della quiete pubblica. A fine settembre c’era già stata una riunione tra Gambini, Confesercenti e alcuni rappresentanti dei pubblici esercizi ducali con l’obiettivo di ripensare l’ordinanza comunale che attualmente impone la chiusura anticipata a mezzanotte per le attività del settore. Il sindaco Gambini aveva preso atto del clima collaborativo e, pur rivendicando la correttezza e la legittimità del suo operato, si era impegnato a fare una valutazione tecnica della proposta sulla quale avrebbe informato entro pochi giorni, con l’obiettivo di capire se ci fossero state le condizioni per applicarla e per rivedere, quindi, i termini dell’ordinanza attualmente in vigore. 

Così è stato e il primo cittadino Maurizio Gambini ha, dunque, modificato gli orari di chiusura dei locali durante i fine – settimana. Come detto, il venerdì e il sabato la chiusura è posticipata alle 01,30 ma non alle 02.00 come avevano chiesto gli esercenti. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA