Urbino, maxi assegno scoperto
assoluzione per Gianluca Carrabs

Lavori e assegno scoperto
da 15mila euro
Assoluzione per Carrabs
URBINO - Lavori al bar e assegno scoperto, si chiude la vicenda che ha visto coinvolto Gianluca Carrabs e Marica Bruno. Entrambi assolti e ora pronti a far girare la sentenza come un boomerang nei confronti di chi l’aveva promossa. Il caso riguarda un assegno scoperto di 15.000 euro. A tirare per la giacca Carrabs, oggi amministratore unico della Svim (Sviluppo Marche), un architetto che stava seguendo i lavori al bar La Dolce Vita di Urbino. Dopo anni di dibattimento il pm aveva chiesto la condanna di lui per un anno e 7 mesi per falso e di lei a 6 mesi per favoreggiamento. La difesa rappresentata da Maurizio Benvenuto ovviamente l’assoluzione.  Il giudice monocratico del tribunale di Pesaro Maurizio Di Palma, dopo la camera di consiglio ha emesso la sentenza di assoluzione. Tra sessanta giorni le motivazioni. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Marzo 2019, 05:40 - Ultimo aggiornamento: 20-03-2019 05:40

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO