La staffetta Vuelle-Tecnocasa sarà un lavoro da cronometristi. Il presidente Aspes Pieri: «Montaggio appena finita la partita»

Giovedì 19 Maggio 2022 di Thomas Delbianco
La Vitrifrigo Arena

PESARO - E' il giorno della staffetta Vuelle-Tecnocasa, «organizzazione pronta, appena finita la partita inizia il montaggio. E per l’eventuale gara 4 il campo sarà pronto», dice Pieri. Questa mattina alle 11 quando ci sarà il sopralluogo alla Vitrifrigo Arena, come da prassi della commissione vigilanza per dare il definitivo via libera alla sfida serale tra Carpegna Prosciutto e Virtus Bologna il parquet sarà già pronto. Lo assicura il Presidente Aspes Spa Luca Pieri, il quale puntualizza che non c’è alcun dubbio che la partita si possa giocare, ma le norme prevedono un parere preventivo della commissione». 

 


Tecnocasa è già arrivata da lunedì a Pesaro, e ha iniziato a sistemare tutta quella parte di allestimenti che non compromettono il regolare svolgimento dell’incontro sportivo, così come nessuna occupazione parziale della tribune. E la capienza questa sera servirà davvero tutta, perchè è atteso un tutto esaurito, o quasi, secondo le stime della vigilia, per un playoff che i tifosi pesaresi attendono da dieci anni. Palla a due alle 20,45. «Appena sarà terminata la partita - riferisce Pieri - si attenderà che gli spettatori escano dal palas e poi Tecnocasa procederà subito con il montaggio delle restanti strutture». Sabato la convention che porterà dentro l’astronave circa 10 mila persone provenienti da tutta Italia. Per l’occasione, ci sarà divieto di sosta dalle 11 alle 18 di sabato, come indicato nell’ordinanza comunale, nell’area parcheggio verde a fianco all’impianto, con circa 120 posti riservati ai partecipanti della manifestazione. Domenica sera l’eventuale gara 4 dei playoff: tutto dipenderà dall’esito della partita di questa sera, considerato che Bologna è in vantaggio 2 a 0. Se vincerà anche gara 3, i giochi saranno chiusi. Se, invece, dovessero conquistare il successo i ragazzi di Banchi, allora sarà necessario un ulteriore step organizzativo, in quanto Bologna ha accettato di giocare l’eventuale gara 4 domenica sera con un giorno di ritardo rispetto al giorno prestabilito, cioè sabato, impossibile da disputare tra le mura amiche per i pesaresi, considerato che sarà la giornata di svolgimento della convention Tecnocasa. Prima della disponibilità di Bologna a spostare la partita, era stata anche ipotizzata una gara in esterna. Per domenica, invece, anche in questo caso il presidente di Aspes Spa assicura che «le strutture della convention saranno già state tutte smontate e il campo sarà pronto per l’eventuale gara 4». A quel punto, comunque vada, l’impegno del palas per i quarti di finale sarà concluso, ed eventualmente ci sarà gara 5 a 24 ore di distanza sul campo bolognese.

Una vicenda, quella legata al «balletto indegno» sulla concomitanza Tecnocasa-Vuelle, come l’ha definito il sindaco Matteo Ricci, il quale aveva preso la palla in prima persona, contattando direttamente i vertici del colosso immobiliare, che è costata il posto a Filippo Colombo, ex responsabile del palas, “silurato” da Ricci durante la conferenza stampa, le cui funzioni sono state assunte, dopo il cda Aspes del giorno successivo, dal direttore generale della società partecipata Muggittu. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA