Le visite pesaresi di Dariga Nazarbayev, la signora del Kazakistan. L'allieva di Melani era presente ai funerali del maestro

Sabato 8 Gennaio 2022 di Camilla Cataldo
Dariga Nazarbayev

PESARO  - Lambisce Pesaro quanto sta avvenendo in questi giorni in Kazakistan, in preda a violenti scontri e a una rivolta sanguinosa che sta tenendo col fiato sospeso tutto il mondo. Finora almeno 26 persone sono morte, centinaia sono rimaste ferite e più di 3mila sono state arrestate.

 

L’attuale leader del Kazakistan, Tokayev, che ha autorizzato la polizia a sparare, ha preso il posto che per 30 anni, dal 1990 fino al 2019 ha ricoperto Nursultan Nazarbayev l’ex presidente considerato il “padre della patria” ma di cui oggi si stanno abbattendo le statue. Nazarbayev è il padre è Dariga, che molti a Pesaro ricordano per la sua passione per il canto e per essere stata a lungo allieva del compianto maestro Mario Melani. Dariga Nazarbayeva 58 anni, è la potentissima figlia prediletta dell’ex presidente che secondo i media internazionale sembrava poter essere la possibile sostituta del padre per le cariche che ha ricoperto con il genitore al potere a partire dal ruolo dal 2015 al 2016 come vice premier, e presidente in carica del Senato del Kazakistan. Secondo la rivista Forbes, Dariga ha un patrimonio personale di circa 600 milioni di dollari.

Dariga è legata a Pesaro, proprio per la sua passione per il canto ed era spesso in città per prendere lezioni dal maestro Mario Melani. Lei ha frequentate le lezioni del fondatore dell’accademia internazionale di canto nonchè Pesaro per quindici anni, restandone affascinata. L’ultima volta che è stata vista in città in visita ufficiale è stata proprio in occasione della morte del maestro Melani, partecipando al funerale in Duomo il 29 agosto 2015. «Era il più bravo, oltre che un uomo fantastico, capace di affascinare ogni donna» aveva detto in quell’occasione la politica kazaka partecipando al rito insieme alle altre autorità, dall’allora presidente di Regione Luca Ceriscioli al sindaco Matteo Ricci.

E in tanti ricordano anche il concerto lirico che tenne al Salone Metaurense di Palazzo Ducale proprio per sfoggiare le sue qualità nell’ambito del belcanto. Con il Kazakistan ha rapporti anche la società pesarese Renco il cui impegno nel paese che faceva parte del vecchio blocco sovietico è andato però diminuendo nel corso degli anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA