Mondolfo, la giunta taglia le indennità di 21.000 euro e acquista giochi per bambini da mettere nei parchi pubblici

Bambini giocano in un parco, foto d'archivio
Bambini giocano in un parco, foto d'archivio
di Marco Spadola
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Dicembre 2020, 06:05

MONDOLFO - Verrà investita nell’acquisto di nuovi giochi per i parchi pubblici e nella sistemazione di quelli esistenti, la somma di circa 21.400 euro, ottenuta dalle riduzioni volontarie delle indennità di sindaco e assessori riferite agli anni 2019-2020. Anche quest’anno il concorso di idee, avviato già da inizio mandato dalla giunta Barbieri, aperto a tutti i cittadini ha individuato un interessante progetto di pubblica utilità. 

 

Dopo aver valutato le numerose proposte della cittadinanza, che ha aderito con entusiasmo all’iniziativa, la giunta ha deciso di premiare l’idea che ha maggiormente rappresentato le esigenze di tante famiglie. L’inizio dei lavori è previsto per la prossima primavera, a marzo. Negli ultimi anni, grazie ai suggerimenti emersi con il concorso di idee, l’amministrazione comunale ha già realizzato numerosi progetti a favore della comunità: sono state installate attrezzature sportive sul lungomare di Marotta, è stato restaurato il monumento ai caduti nel cuore del centro storico di Mondolfo, sono state donate lavagne interattive multimediali, pc portatili e schermi lcd alle scuole del territorio. Dal 2016 ad oggi la cifra accantonata tramite la riduzione delle indennità dei componenti della giunta ammonta a circa 60mila euro ed è stata interamente impiegata in progetti di pubblica utilità. «Abbiamo deciso di investire la somma a disposizione per sistemare i parchi pubblici – spiega il sindaco Nicola Barbieri – con l’acquisto di nuovi giochi e la sistemazione di quelli esistenti che necessitano di manutenzione. Interventi fondamentali per mettere a disposizione spazi verdi attrezzati dove bambini e famiglie potranno trascorrere il tempo libero e socializzare in piena sicurezza. Ringrazio, a nome di tutta l’amministrazione comunale, i tanti cittadini che anche quest’anno hanno partecipato al concorso inviando le loro idee».

«Sono state davvero numerose le proposte valide e ci impegniamo a tenerle in considerazione anche per il futuro, poiché vogliamo continuare questo percorso per rendere migliore il nostro territorio. La riduzione delle indennità a favore di progetti per la città è un segno tangibile che ognuno di noi può fare la differenza per migliorare il posto in cui vive e rappresenta anche – conclude Barbieri - un modo importante per coinvolgere i cittadini nelle scelte dell’amministrazione per innalzare la qualità della vita nel nostro territorio». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA