Macerata Feltria, moto sull'altare
per l'addio al centauro Andrea Dini

Domenica 2 Aprile 2017
Andrea Dini, 16 anni

MACERATA FELTRIA -  Più di mille persone per l’ultimo saluto ad Andrea Dini, 16 anni, il centauro della Team Fix rimasto vittima di un incidente in gara sul circuito di Ponzano di Fermo. Una cerimonia straziante nella piccola chiesa di San Michele Arcangelo, a cui hanno assistito centinaia di giovani motociclisti arrivati da tutte le Marche e dalla vicina Romagna e dove, sull'altare, spiccava la moto di Andrea. Nel giorno dell’addio, dopo la camera ardente allestita a Santa Chiara, è stato monsignor Andrea Turazzi, vescovo di San Marino-Montefeltro a concelebrare la messa insieme al parroco don Graziano Cesarini. Una cerimonia molto toccante in un silenzio surreale e che ha visto lo stesso don Graziano interrempersi più volte per la commozione, tanto era difficile controllare le emozioni di fronte alla tragedia arrivata dopo giorni di alterne speranze per le sorti del centauro, deceduto dopo 5 giorni di agonia. Parole di conforto e di consolazione per tutti, riprendendo il passo della resurrezione di Lazzaro, sono state espresse da monsignor Turazzi. L’apice dell’intensità delle emozioni è arrivato al termine delle esequie quando i compagni di squadra della Team Fix di Federico Agostini hanno accompagnato in moto la salma fino al cimitero, facendo rombare tutti insieme per l’ultima volta le motociclette insieme a quella personale numero 7 di Andrea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA