Montefeltro in lutto, è morto l'imprenditore Alvero Boscarini. Aveva 68 anni

Alvaro Boscarini
Alvaro Boscarini
di Véronique Angeletti
2 Minuti di Lettura
Lunedì 31 Gennaio 2022, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 10:07

PIANDIMELETO - Il Montefeltro piange Alvaro Boscarini, 69 anni da compiere, deceduto ieri sera nella sua casa di Piandimeleto circondato dell’affetto dei suoi cari. Lascia il ricordo di un uomo lungimirante, di «un capitano – scrive Marco Maroncelli, product ed export manager del gruppo fondato da Boscarini in un post sui social - che, per lungo tempo è stato capace di scegliere i percorsi che lo hanno portato a primeggiare e, più recentemente, la capacità di saper orientare le vele durante le tempeste».

 

Un uomo che ha saputo diversificare i suoi interessi, aveva anche investito nel porto di Vallugola, in un’azienda agricola, ma più di tutto ha dimostrato che dalle aree interne, dal cuore del Montefeltro, un’azienda può svilupparsi fino ad essere un importante player internazionale.

«E’ stato un illuminato protagonista della propria storia imprenditoriale – commenta il sindaco di Lunano Mauro Dini – che, in un percorso di passione, intraprendenza e capacità ha costruito, partendo “dal niente” una realtà industriale conosciuta in tutto il mondo». La storia di Alvaro Boscarini è la bella storia di un uomo, nato a Belforte all’Isauro, che nel 1979 decise di trasformare la propria esperienza commerciale nel settore delle tubazioni plastiche, in polietilene, in un progetto imprenditoriale ed oggi ha fatto della “Central Tubi” di Lunano, il perno del System Group. Una costellazione grande sedici aziende specializzate nel drenaggio, nella canalizzazione dei liquidi e nelle soluzioni per prevenire disastri idrogeologici. Una realtà internazionale con stabilimenti produttivi a Lunano ma anche in Francia, Spagna, Romania e Sudafrica, forte di circa 800 dipendenti che vanta un fatturato consolidato che supera i 270 milioni di euro. Il funerale si svolgerà domani alle 14 nella chiesa San Lorenzo Martire a Belforte all’Isauro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA