Apre l’Hub vaccinale dei medici di base a Gradara: subito quota 100 dosi ma si punta a 200

Sabato 15 Maggio 2021 di Gianluca Murgia
Una vaccinazione "prova" effettuata sabato scorso in vista dell'apertura dell'Hub vaccinale di questo sabato

GRADARA - Si inizierà con quota 100 ma l’obiettivo è, nel corso delle settimane, di raddoppiarla. Apre oggi a Gradara, all’interno del Palazzetto dello Sport, il primo punto vaccinale di prossimità dell’Area Vasta 1. «Iniziamo con 100 dosi - spiega il sindaco di Gradara, Filippo Gasperi -. L’obiettivo è di crescere e arrivare a 200 somministrazioni al giorno. Al momento sono previste per le stesse fasce possibili nella Regione Marche: ultra sessantenni, cargiver, fragili e disabili».

LEGGI ANCHE:

Si schianta col pick up contro una 500 dopo la curva: batte la testa e muore

 

 

Al momento sono in calendario tre date: oggi più il 22 e 29 maggio, sempre dalle 8.30 alle 13.30. «Iniziano con 100 dosi - sottolinea il sindaco -, poi dipende da quanti medici riusciremo ad avere contemporaneamente. Partiamo con una postazione, dal sabato successivo a due. Saranno anche presenti un infermiere, la Croce rossa e una decina di volontari tra Protezione Civile, Auser e Avis». L’hub non servirà solamente i residenti di Gradara, Gabicce e Tavullia ma, in linea teorica, potrebbe servire tutto il territorio provinciale a partire dalle frazioni pesaresi di Colombarone e Fiorenzuola di Focara.

«La piattaforma è nazionale, chiunque può iscriversi e scegliere come sede Gradara - ricorda il sindaco Gasperi - anche se la prenotazione è ovviamente mirata, per comodità, ai residenti dei tre comuni o di aree circostanti di confine. per noi è un orgoglio aver ottenuto nel nostro territorio il primo hub vaccinale provinciale gestito autonomamente dai medici di base. Una bella cosa. E non semplice. Ha giocato a nostro favore il periodo dei tamponi effettuato nella stessa palestra e che ha dimostrato l’idoneità del posto e dell’organizzazione». Anche perché alla Regione bisogna presentare il pacchetto completo: luogo e organizzazione, dai tavoli fino a internet. Loro mettono i vaccini. Tutto ricade sul Comune e sui medici di base. Ringrazio la dottoressa Elisabetta Esposto per il supporto e i consigli dati». Ora la domanda più gettonata: si sa già che tipo di vaccino sarà disponibile? «Ancora no» spiega il sindaco che, essendo nato nel 1979, dovrà ancora aspettare qualche giorno prima di potersi prenotare. «Sabato (oggi, ndr) iniziamo a rodare la macchina con 100 vaccinazioni previste. Consiglio di arrivare già con il modulo prestampato e compilato. I moduli, per chi non ha la possibilità di stamparli, possono essere preventivamente ritirati in farmacia e in Comune a Gradara».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA