Stessa piazza, nuova fuga di gas. Arrivano i vigili del fuoco: «Disfunzione da approfondire»

Domenica 2 Gennaio 2022 di Roberto Giungi
I vigili del fuoco intervenuti a Fossombrone

FOSSOMBRONE - Primo giorno dell’anno che non t’aspetti. Per fortuna non è successo nulla di grave sebbene si sia verificata una nuova fuga di gas a Fossombrone dopo quella verificatasi il 16 dicembre. Stesso luogo e medesime caratteristiche: anche in questo caso si è trattato di un altro contatore esterno non perfettamente funzionante. L’allarme è stato dato ieri mattina da un residente non appena si è accorto che si stava diffondendo un acre odore poco rassicurante. 

 

«A questo punto ci si trova di fronte più ad una disfunzione che ad una casualità» il commento di quanti si sono trovati a passare lungo la vecchia Flaminia a ridosso di piazza Petrucci. «Se la fuga di gas del 16 dicembre è stata causata, come ha precisato Marche Multiservizi, da una guarnizione posizionata male nel contatore esterno, stavolta il bis è molto poco rassicurante. Forse è il caso di un controllo più approfondito e sistematico.

Tutto questo perché Marche Multiservizi ha sottolineato in modo chiaro di aver richiamato la ditta dei lavori ad operare con la dovuta accortezza». Dello stesso parere, da quanto si è riusciti a capire da alcune persone presenti, anche coloro che hanno effettuato l’intervento d’emergenza. Poco da aggiungere a questo punto. Servono immediatezza e concretezza. La sirena dei vigili del fuoco aveva lancinato l’aria a lungo nella tarda mattinata. Erano da poco passate le 12.15 quando ci sono state le prime segnalazioni.

Oltre al mezzo principale si sono precipitate sul posto anche due camionette. Segno che la situazione doveva essere necessariamente vagliata in tutti i particolari. La mattinata era soleggiata e la temperatura gradevole quasi fosse più una giornata di inizio primavera che il primo di gennaio. Rispetto a quanto successo a metà dicembre l’aria non si è impregnato del lezzo nauseabondo. I mezzi dei vigili del fuoco hanno sostato a lungo in attesa di ulteriori accertamenti da parte dei tecnici addetti alla manutenzione. Tutto si è risolto per il meglio. 

Provvidenziale è stato l’allarme dato in tempi celeri. Non resta altro che attendere i necessari accertamenti ulteriori al fine di evitare che certi disguidi abbiano a ripetersi con assurda frequenza Sicuramente dalla società preposta alla gestione della rete di distribuzione non mancherà una revisione generale. La situazione che si è determinata lo richiede. 

 

Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio, 08:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA