Fermignano, rischio assembramenti: raffica di controlli dei carabinieri. Al setaccio 60 persone, un arresto

Venerdì 26 Febbraio 2021
Controlli serrati dei carabinieri sul territorio

FERMIGNANO Intensificati controlli a tappeto, nel tardo pomeriggio di mercoledì scorso, da parte di numerose pattuglie dei militari del Comando Carabinieri di Urbino, incentrati in particolare nelle zone a rischio di assembramenti a Fermignano e Urbania. Scattate le identificazione per 60 persone con ispezione di 55 veicoli e l’arresto di un 58enne, residente a Fermignano, affidato in prova ai Servizi Sociali verso il quale i Carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa nello stesso giorno dal Tribunale di Ancona.

 

 
Rintracciato dal personale dell’Arma durante servizi mirati, si sono appurate sul suo conto violazioni commesse che lo hanno reso ormai incompatibile con la misura alternativa alla detenzione. I militari, pertanto, alla luce di quanto constatato, hanno inoltrato richiesta di revoca dell’affidamento in prova ai Servizi Sociali apparendo evidente il non raggiungimento dell’obiettivo rieducativo e risocializzante dell’individuo. Segnalato quanto verificato al competente Tribunale di Ancona che per tempo ha emesso il provvedimento in esecuzione che consentiva l’arresto e la traduzione dell’uomo presso la casa circondariale di Pesaro - Villa Fastiggi in regime detentivo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sul capo dell’uomo pendeva una denuncia per diversi precedenti giudiziari: guida sotto influenza dell’alcool e nel lontano passato anche trascorsi per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Sempre nella stessa circostanza e, dunque, nel costante ed attento controllo del territorio ponendo la massima attenzione verso ogni fattispecie di reato, al fine di incrementare sia la sicurezza reale che il livello di percezione della stessa da parte dei cittadini, ad Urbania veniva elevata una contravvenzione ad un cittadino del luogo per stato di ubriachezza punita dall’articolo 688 del codice penale che concorre con la guida in stato di ebbrezza punita dall’art. 186 del codice della strada.

Si evidenzia, dietro questi episodi, quanto sia serrato il controllo dell’ampio territorio di competenza da parte dei Carabinieri del Comando di Urbino tanto da fare una così serrata attività di prevenzione, che ovviamente proseguirà con intensità e senza sosta per tutto questo periodo molto delicato per la recrudescenza di episodi contrastanti con le norme di sicurezza anti Covid 19. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA