Lupa investita e uccisa da un'auto. Il guidatore non si ferma, identificato e multato dai carabinieri forestali

Domenica 3 Ottobre 2021 di Roberto Giungi
La lupa uccisa da un'auto mentre andava ad abbeverarsi al Metauro

MERCATELLO SUL METAURO - Quasi sicuramente si erano diretti verso il fiume Metauro in piena notte per abbeverarsi ma uno dei due lupi, una femmina adulta del peso di 30 chilogrammi, è stato investito da un’auto in transito ed è morto a seguito del violento impatto.

 

È successo l’altra notte lungo la statale 73bis. Il buio e la rapidità con cui gli animali sono solito spostarsi, forse anche abbagliati dalle luci dei fanali dell’auto, non hanno permesso al conducente di evitare l’investimento. Alcuni automobilisti in transito hanno notato l’esemplare steso sull’asfalto ed hanno telefonato al numero unico di emergenza 112. Il centralino ha inviato sul posto gli operatori del Cras (centro recupero animali selvatici), nella speranza di poter salvare il lupo. Purtroppo al loro arrivo hanno solo potuto constatarne il decesso e rimuovere la carcassa. Gli stessi hanno notato vicino ai resti dell’animale il fanale di un’automobile ancora parzialmente sporco di sangue, che hanno consegnato ai carabinieri forestali della stazione di Mercatello sul Metauro. Le indagini hanno consentito di individuare il conducente dell’auto investitrice. Allo stesso i carabinieri forestali hanno contestato l’ammenda amministrativa di 85 euro per mancata segnalazione dell’incidente in modo da consentire il soccorso e le eventuali cure all’animale protetto.
Nel 2010, a seguito di una revisione degli illeciti ai danni degli animali, è stato introdotto nel codice della strada l’articolo 189 comma 9 bis, dedicato proprio al soccorso degli animali d’affezione, da reddito o protetti coinvolti in incidenti stradali. La prassi da seguire è la stessa dei sinistri in cui restano coinvolte le persone. La raccomandazione delle forze di polizia è di attenersi al rispetto delle norme in vigore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA