Mondolfo, taglio del nastro alla Rsa
Ceriscioli: "Investimento rilevante"

L'inaugurazione della Rsa di Mondolfo con il governatore delle Marche e il vescovo di Senigallia
L'inaugurazione della Rsa di Mondolfo con il governatore delle Marche e il vescovo di Senigallia
1 Minuto di Lettura
Sabato 27 Febbraio 2016, 17:02

MONDOLFO - Il sindaco Pietro Cavallo e il governatore delle Marche Luca Ceriscioli hanno inaugurato la Residenza sanitaria assistenziale nell'ex ospedale Bartolini, chiuso da oltre 20 anni.

Sedici i posti letto per persone non autosufficienti. Sarà operativa da aprile. Prima del taglio del nastro la presentazione nella sala del Consiglio. Presente, tra le autorità, anche il vescovo di Senigallia Franco Manenti.

"E' un grande risultato per tutta la comunità - ha esordito il sindaco Pietro Cavallo - che insieme all'amministrazione ha creduto tanto in questo progetto. L'impegno è stato grande, siamo partiti nel 2007 e oggi finalmente possiamo inaugurare questo gioiello. I lavori, conclusi a fine 2015, sono stati possibili grazie alla Regione che ha investito 1.350.000 euro e al Comune che ha contribuito per 200mila euro. Ringrazio Ceriscioli e chi lo ha preceduto, Spacca e Mezzolani, ma anche la grande solidarietà di chi ha permesso l'acquisto di attrezzature".

Attese le parole del presidente della Regione Ceriscioli: "L'enorme partecipazione è molto significativa, dimostra quanto questa struttura sia importante. Ci lavoreranno 12 persone, costeranno 400mila euro l'anno. Durante il giorno saranno presenti medici di base mentre la guardia medica garantirà notturni e festivi, per un'assistenza h24. E' un investimento rilevante. Fra pochi giorni entreranno i pazienti. La sanità non finisce con gli ospedali, servono tanti servizi e questa Rsa è fondamentale per la zona. Ringrazio la signora Caronti (ndr del comitato per la salute pubblica) per il continuo interesse".

© RIPRODUZIONE RISERVATA