Earth Day, programma di tre giorni fra dibattito, passeggiate ed escursione: «La difesa del pianeta si decide qui e adesso»

Venerdì 22 Aprile 2022 di Lorenzo Furlani
Il parco Miralfiore con la pulizia radicale del sottobosco

PESARO - Dal locale al globale. Per salvare il pianeta occorre cambiare i comportamenti personali e sviluppare pratiche virtuose all’insegna della sostenibilità a partire dalle comunità territoriali. Con questa consapevolezza Pesaro città sostenibile - la rete di associazioni, gruppi, movimenti e singoli cittadini nata nel 2020 - lancia un programma di tre giorni in occasione della Giornata della Terra, che si celebra oggi 22 aprile dal 1970 per iniziativa dell’Onu allo scopo di sottolineare la necessità di conservare le risorse naturali.

 

L’anno scorso (secondo l’elaborazione dei dati Onu) l’umanità ha finito il 29 luglio di consumare le risorse che la Terra è capace di rigenerare in un anno, mentre se tutto il mondo adottasse gli stili di vita e di consumo degli italiani le risorse quest’anno si esaurirebbero il 15 maggio.

Gli equilibri da preservare
«È necessario preservare gli equilibri ambientali minacciati - sottolinea Pesaro città sostenibile - e ripristinare la bellezza naturale dei nostri ecosistemi dai quali dipende la vita del nostro pianeta». Perciò da oggi a domenica vengono promossi suggerimenti, proposte, letture, film, passeggiate ambientali, mostre per coinvolgere cittadine e cittadini nella presa di coscienza dell’urgenza di comportamenti maggiormente sostenibili sul piano ambientale. Il valore aggiunto perseguito è quello della partecipazione sociale.

Si inizia stasera con la celebrazione dell’Earth Day alle 20,45 nell’auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio in piazzale Antaldi con la proiezione del docufilm “Anamei – I guardiani del bosco” di Alessandro Galassi e il dibattito sul tema “La cura della Casa comune: dal globale al locale”. Nell’occasione verrà ricordata la battaglia di trent’anni fa per la nascita del parco Miralfiore contro una massiva lottizzazione dell’area, che vide la mobilitazione delle associazioni e di 5mila studenti. Un’esperienza di cittadinanza attiva che resta un modello positivo di partecipazione per le nuove sfide sociali e ambientali cittadine.

Domani dalle 16, proprio al parco Miralfiore, i lettori volontari della biblioteca Rodari leggeranno libri a tema sull’ambiente, per bambini da 8 a 12 anni, a seguire il viaggio nel pianeta parco: due passeggiate, alle 16,30 e alle 18, con la guida naturalistica Andrea Fazi e, infine, una piccola mostra dal titolo “Piante, le nostre eroine perché non possiamo farne a meno” a cura degli studenti della scuola media Gaudiano. 

Domenica alle 9 è prevista un’escursione nel parco naturale del San Bartolo con la guida naturalistica Laurent Sonet: è necessario prenotarsi al numero 349.4578062.

«Auspichiamo che siano in tanti a partecipare - sottolineano gli organizzatori -, soprattutto i giovani per raccontare le azioni quotidiane che già si svolgono o che si dovrebbero adottare con urgenza, come per esempio, il rispetto e la valorizzazione del verde e la sostenibilità delle attività antropiche locali, una corretta ed estesa raccolta differenziata dei rifiuti, l’abbattimento dell’utilizzo della plastica negli usi quotidiani, una diminuzione degli sprechi nell’uso dell’acqua, una forte attenzione agli sprechi alimentari, la valorizzazione dei prodotti locali a chilometri zero, una permanente attenzione all’“orologio climatico”, l’attenzione a una accentuata crisi di vera partecipazione democratica. Ricordiamoci: non esiste un pianeta B».

Ultimo aggiornamento: 13:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA