Sfrutta connazionali per lavorare nell'autolavaggio a 3 euro all'ora, egiziano arrestato dai carabinieri

I carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro
I carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro
2 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Giugno 2022, 12:44 - Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 08:09

GABICCE  - Sfruttava connazionali pagandoli 3 euro all'ora per lavorare in un autolavaggio di Gabicce, un egiziano è stato arrestato. Lo hanno scoperto i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Pesaro e Urbino, coaudiuvati dai colleghi del Comando Stazione Carabinieri di Gabicce Mare, e con la collaborazione del personale dell’Asur.

In moto tampona un'auto che rallenta per colpa dei cinghiali sulla provinciale del Conero, ferito un medico di 40 anni

L'egiziano è ritenuto responsabile del reato di intermediazione e sfruttamento del lavoro aggravato in concorso commesso nei confronti di due lavoratori anche loro egiziani. L’arresto è stato conovalidato  dal Gip con un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Finali nazionali o esame di terza media, baby pallavoliste con il fiato sospeso. Ecco per quale motivo

I carabinieri hanno smascherato un'impresa attiva nel settore del lavaggio di autoveicoli, con sede legale a Perugia ed unità operative in diverse località del centro Italia, che reclutava cittadini, prevalentemente egiziani, da impiegare come manodopera, pagandoli con una retribuzione oraria di circa € 3,00 per ogni ora di lavoro, a fronte di circa € 8,00 contrattualmente previste, omettendo il pagamento di ogni contributo.

Auto si schianta contro una tubatura, paura nella notte per una fuga di gas

I lavoratori erano costretti a turni di  12 ore giornaliere, senza riposo settimanale, e vivevano all’interno di un garage, senza servizi igienici e con alloggi del tutto inadeguati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA